IL PAZIENTE STRANIERO IN TRIAGE #FAD0320NZ0505

Finalità

Il Triage è una fase delicata già per i pazienti italiani, poiché l'ingresso in PS è di solito accompagnato da preoccupazione e sofferenza correlate al proprio problema di salute, che talvolta viene soggettivamente vissuto come molto grave. Il paziente straniero, rispetto a quello italiano, oltre al problema di salute, deve affrontare anche altre difficoltà: linguistiche, culturali e talvolta anche timore di denuncia perché irregolare. L'infermiere di triage, d'altra parte, non può ovviamente disporre di plurali competenze linguistiche e culturali. Tra l'altro le Organizzazioni Sanitarie sono tendenzialmente in ritardo rispetto a questa problematica. La complessità e la grande responsabilità connesse alla funzione di triage sono quindi accresciute di fronte al paziente straniero. In questa fase delicata, in cui inizia il processo di cura in PS possono generarsi conflitti correlati alle diversità che ostacolano o inibiscono un'adeguata presa in carico della persona ed aumentano il carico emotivo e di lavoro dell'operatore talvolta compromettendone la sua operatività, trasformando quindi l'incontro in uno scontro. Il nursing transculturale è un importante modello di approccio al problema, ma risulta di difficile applicazione in Triage, dove l'infermiere vive una situazione particolare, dettata da tempistiche ristrette, ritmi frenetici e un grande afflusso di pazienti. Molti sono gli studi e le iniziative formative che si occupano della dicotomia paziente straniero e Servizi sanitari, ma nessuno di essi ha posto l'attenzione specificamente sulla realtà del Triage. Da queste premesse nasce la necessità di indagare le criticità e le difficoltà vissute dagli operatori e dall'utente immigrato in sede di Triage per individuare strategie di superamento delle stesse. Il corso pone l'attenzione su alcuni elementi importanti della relazione di cura tra professionista ed utente straniero fornendo elementi di riflessione tali da poter elaborare percorsi di soluzione e iniziative atte a migliorare la qualità dell'assistenza erogata e ridurre lo stress lavorativo. L'argomento verrà affrontato sotto molteplici aspetti: la normativa specifica e la deontologia saranno oggetto del primo momento di confronto; verranno poi analizzati alcuni concetti antropologici tra cui l’ approccio con “l’ altro”, il concetto di salute - malattia e l’ accesso ai Servizi sanitari nelle diverse culture. Il confronto diretto con alcuni rappresentanti delle principali etnie presenti in Italia e col presidente di una associazione multietnica di mediatori culturali, permetterà ai professionisti di confrontarsi con il vissuto della persona straniera e comprendere le motivazioni di alcuni comportamenti e situazioni, che possono compromettere una corretta presa in carico dell’ utente al triage. Un approccio culturalmente competente ed attento anche al rispetto dei “diritti” dell’ operatore garantirà una migliore qualità del triage per persona assistita ed operatore sanitario.

Obiettivi

  • Rinforzare ed approfondire i principi del sistema di triage Globale: modello ed obiettivi, metodologia di valutazione e criteri di determinazione dei codici, esercitazione nell’utilizzo della metodologia di valutazione
  • Descrivere le dimensioni del fenomeno migratorio in Italia e le problematiche essenziali ad esso legate
  • Descrivere le basi antropologiche/culturali delle maggiori culture e/o religioni presenti sul territorio
  • Descrivere le basi antropologiche applicabili al concetto di salute/malattia e del nursing nell’ambito delle altre culture
  • Descrivere gli aspetti essenziali della normativa riguardante la tutela sanitaria delle persone straniere in Italia
  • Definire i principi essenziali relativi ai diritti ed ai doveri dell’infermiere e delle strutture sanitarie dell’emergenza urgenza relativamente al rapporto con la persona straniera, con particolare attenzione al contesto normativo e deontologico
  • Individuare le principali problematiche correlate all’intercultura durante la presa in carico della persona straniera in Triage e definire le possibili strategie di soluzione
  • Possedere conoscenze e competenze atte a migliorare la presa in carico della persona straniera in triage, diminuire lo stress ed il carico emotivo causato da situazioni di difficoltosa gestione

Contenuti

  • Introduzione e presentazione del corso
  • Il fenomeno migratorio in Italia
  • La persona straniera in Italia: diritti e doveri, la normativa specifica
  • Riflessioni antropologiche sull’approccio e la relazione con il paziente straniero
  • Quesiti riguardanti il triage posti agli esponenti delle principali culture straniere presenti in Italia
  • La mediazione interculturale, strumento per la presa in carico in triage
  • L’infermiere e il cittadino straniero in Triage, Il punto di vista della persona assistita e il punto di vista
  • dell’operatore sanitario: bisogni e strategie di soluzione
  • Le schede multilingua per l’intervista di triage: uno strumento operativo per migliorare la presa in carico della persona
  • IL paziente Straniero al triage, quali competenze, quali strumenti quali strategie

Destinatari

  • Medico Chirurgo (tutte le discipline): 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
Finalità
Obiettivi
Contenuti
Destinatari
Metodologia didattica

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 05-05-2020 0:00
Termine evento 05-05-2021 0:00
Data inizio iscrizioni 30-04-2020 0:00
Chiusura iscrizioni 05-05-2021 0:00
Costo per persona 25,00 € | Quota soci GFT: 15,00 €
Ore totali 5
Destinatari Medico Chirurgo, Infermiere, Infermiere Pediatrico, Ostetrica
Crediti ECM 5
Allegato FAD0320NZ0505.pdf