Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per offrire la migliore esperienza di navigazione.

Proseguendo la navigazione, cliccando su un qualsiasi elemento o semplicemente scorrendo la pagina se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Ho capito e accetto

Politiche cookies

Questo documento ha l’intento di descrivere le tipologie di cookie utilizzati dal sito web www.formatsas.com (di seguito "Portale"), le finalità dei cookie installati e le modalità con cui l’utente può selezionare o deselezionare i cookie presenti sul Portale e che fruiscono dei servizi proposti.

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile e intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

1.COSA SONO I COOKIE

I cookie, così come definiti dall’Autorità Garante, sono stringhe di testo di piccole dimensioni che le applicazioni visitate dall’utente inviano al tuo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi alle stesse applicazioni alla successiva visita del medesimo utente.

Con il termine cookie si vuol far riferimento sia ai cookie, propriamente detti, sia a tutte le tecnologie similari.

I cookie sono usati per accedere più rapidamente ai servizi online e per migliorare la navigazione dell’utente attraverso il monitoraggio di sessioni, la memorizzazione di informazioni degli utenti, il caricamento più rapido dei contenuti, etc.

2.TIPOLOGIE DI COOKIE

I cookie possono essere:

  • Cookie di prima parte: sono i cookie proprietari utilizzati dal titolare del trattamento dei dati personali al fine di consentire all’utente di navigare in modo più efficiente e/o di monitorare le azioni esercitate dallo stesso;
  • Cookie di terza parte: sono i cookie impostati da un sito diverso da quello che si sta attualmente visitando al fine di consentire all’utente di navigare in modo più efficiente e/o di monitorare le azioni esercitate dallo stesso.

Inoltre, si distinguono diverse tipologie di cookie:

  • Cookie Tecnici: utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio (art. 122, comma 1, del Codice Privacy). I cookie tecnici ricomprendono:
    • Cookie di Sessione o di Navigazione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito, permettendo ad esempio di navigare più rapidamente, di realizzare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate, e sono di fatto necessari per il suo corretto funzionamento.
    • Cookie di Funzionalità: permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
    • Cookie Analitici di prima parte: assimilati sul piano normativo ai cookie tecnici se utilizzati direttamente dal titolare del Sito senza effettuare la profilazione dell’utente ma solo per raccogliere informazioni, in forma aggregata e anonima, sul numero degli utenti e su come questi visitano il Sito per finalità statistiche e per migliorare le performance del Sito.
    • Cookie Analitici di terza parte: sono messi a disposizione da soggetti terzi e vengono assimilati ai cookie tecnici se le terze parti non effettuano la profilazione dell’utente mediante l’utilizzo di strumenti idonei a ridurre il potere identificativo dei cookie (per esempio, mediante il mascheramento di porzioni significative dell’indirizzo IP) e senza incrociare le informazioni raccolte con altre di cui già dispongono.

      Per i cookie tecnici è richiesto il solo rilascio della Cookie Policy senza necessità di richiedere il consenso.
  • Cookie di profilazione di prima parte: installati dal titolare del trattamento dei dati personali per creare profili relativi all’utente al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione in rete. Data la loro particolare invasività nella sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana richiede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi, che esprima il proprio consenso e che venga effettuata la notifica la Garante della Privacy.
  • Cookie di profilazione di terza parte: usati da soggetti terzi che accedono alle informazioni in chiaro, quindi non in modalità anonima e aggregata, e li incrociano con altri dati già in loro possesso. Il Sito non ha un controllo diretto dei singoli cookie di terze parti e non può né installarli direttamente né cancellarli. L’utente è pertanto invitato a verificare sul sito della terza parte la relativa informativa relativa ai cookie. Per tali cookie la normativa prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi, che esprima il proprio consenso nonché che venga effettuata la notifica al Garante Privacy da parte del soggetto che utilizza i dati.

3.DURATA DEI COOKIE

I cookie hanno una durata dettata dalla data di scadenza o da un'azione specifica come la chiusura del browser impostata al momento dell’installazione. I cookie possono essere:

  • temporanei o di sessione: sono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, consentono di collegare le azioni eseguite durante una sessione specifica e vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser;
  • persistenti: sono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l'utente debba digitarli nuovamente ogni volta che visita un sito specifico. Questi rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il browser.

4.COOKIE INSTALLATI

I cookie presenti su questo Sito sono:

  • cookie tecnici necessari per il funzionamento del sito;
  • cookie di terza parte, che potrebbero effettuare attività di profilazione dell’utente anche all’insaputa del Titolare. Per maggiori informazioni si consiglia di consultare con attenzione le privacy policy dei singoli servizi sotto elencati.
    Di seguito l'elenco dei cookie di terza parte presenti su questo Sito:
    • Google Analytics con IP anonimizzato
      Google Analytics installa cookie per misurare le visite al Sito e gli eventuali acquisti effettuati ai fini di analisi. L’indirizzo IP degli utenti verrà anonimizzato. Per maggiori informazioni e per disattivare questi cookie, consultare la pagina: https://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
    • JPaneSliders
      Questo cookie di sessione viene utilizzato per visualizzare le informazioni in tab o pannelli (per esempio la pagina delle FAQ) per memorizzare quale pannello è rimasto aperto quando si lascia la pagina e ci si ritorna in futuro.
    • Cookieaccept
      Di tipo persistente, serve a memorizzare il consenso dell'utente all'utilizzo dei cookie.

5.MANIFESTAZIONE DEL CONSENSO

Alla prima visita del Sito l’utente visualizza automaticamente un banner, contenente sia il link alla presente informativa completa che la richiesta di manifestazione del consenso all’utilizzo dei cookie.

Il consenso può essere prestato dall’utente cliccando il tasto ACCETTO sul banner, effettuando azioni di scroll sulla pagina e/o accedendo ad altre sezioni del Sito cliccando su link presenti nella pagina web sottostante al banner stesso (azione conseguente).

6.COME DISABILITARE I COOKIE

L'utente può gestire le preferenze relative ai cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i cookie installati in passato, incluso il cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di cookie da parte di questo Sito.
Disabilitando tutti i cookie, il funzionamento di questo Sito potrebbe risultare compromesso.

L'utente può trovare informazioni e esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento dei cookie nel suo browser ai seguenti indirizzi:

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-IT/internet-explorer/delete-manage-cookies

Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH19214?locale=it_IT

Inoltre si può procedere alla cancellazione dei cookie chiedendo l'opt-out direttamente alle terze parti o tramite il sito http://www.youronlinechoices.com/it , dove è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari.

7.DIRITTI DEGLI UTENTI

L’Utente ha la facoltà in qualsiasi momento di esercitare i diritti riconosciuti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 ed, in particolare, tra gli altri, di ottenere copia dei dati trattati, il loro aggiornamento, la loro origine, la finalità e la modalità del trattamento, la loro rettifica o integrazione, la loro cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco per i trattamenti in violazione di legge e di opporsi per motivi legittimi al trattamento.

Per esercitare tali diritti, scrivere al Titolare del trattamento dei dati Format s.a.s., via F. Cavallotti 6, 44021 Codigoro (FE) Italia, aiuto@formatsas.com

Le ulteriori informazioni riguardo al trattamento dei dati si possono trovare in questa pagina

Formazione Residenziale

  • Home
  • Formazione
  • ECM
  • Formazione Residenziale

Corsi per Medici

09
Giu
2022

TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO. ASPETTI LEGALI E GIURISPRUDENZA. CORSO DI RETRAINING ED APPROFONDIMENTO #GFT0522TO0906

09-06-2022 8:15 8:15 - 10-06-2022 17:30 17:30
vedi brochure
TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO. ASPETTI LEGALI E GIURISPRUDENZA. CORSO DI RETRAINING ED APPROFONDIMENTO #GFT0522TO0906
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nell’attività sanitaria, notevole importanza assumono gli aspetti inerenti la responsabilità professionale e gli aspetti legali. Anche per quanto riguarda l’attività di triage vi è notevole attenzione a queste problematiche ed ultimamente inizia ad essere presente casistica giurisprudenziale. Il corso sugli aspetti legali offre ai professionisti del settore una opportunità per acquisire o affinare conoscenze riguardanti le principali problematiche inerenti la responsabilità professionale nell’emergenza-urgenza e l’attività di Pronto Soccorso con particolare attenzione alle specificità del triage. Particolare attenzione sarà dedicata anche all’analisi della legge n°24 8/3/2017 e delle principali ripercussioni in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie. Il confronto tra esperti e professionisti operanti sul campo, la discussione della casistica giurisprudenziale e l’analisi di alcune situazioni critiche permetteranno di definire concretamente criteri utili a guidare la pratica professionale secondo requisiti di sicurezza per operatori, responsabili e pazienti. Il corso nel primo giorno realizza un retraining sul modello del triage globale con il nuovo sistema di codifica a 5 livelli di priorità, in linea con quanto previsto relativamente alla formazione permanente dalla normativa nazionale, e tratta i punti essenziali dei tre documenti pubblicati l’ 1/8/2019 dal Ministero della Salute: Linee di Indirizzo sul triage intraospedaliero, OBI e Sviluppo del Piano di Gestione del Sovraffollamento in Pronto Soccorso.

Destinatari

  • Infermiere: 18 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 18 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 18 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 18 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezioni Frontali ed Interattive
  • Esercitazioni a piccoli di Gruppi
  • Discussione di Casi clinici
  • Role Playing
  • Discussioni guidate

Iscrizioni concluse

11
Mag
2022

LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO #FAD9922NZ1105

11-05-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
25,00 € | Quota soci GFT: € 15,00
LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO #FAD9922NZ1105
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento,
eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficolta` ad applicare nel concreto delle realta` operative quanto previsto in letteratura.

Destinatari

  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 5 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
21
Mar
2022

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0122TN2103

21-03-2022 15:00 15:00 - 04-04-2022 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0122TN2103
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

07
Mar
2022

GESTIONE AVANZATA DELLE VIE AEREE IN EMERGENZA #FAD3722NZ0703

07-03-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
30,00 €
GESTIONE AVANZATA DELLE VIE AEREE IN EMERGENZA  #FAD3722NZ0703
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

I professionisti sanitari, si trovano a dover affrontare una grande sfida per sostenere quei pazienti che vessano in condizioni cliniche di elevata criticità in un contesto di emergenza medica extraospedaliera. Per poter ridurre gli indici di mortalità e morbilità, gli operatori di soccorso devono precocemente attivare una gestione avanzata delle vie aeree. In Italia, in Europa e a livello internazionale, possiamo apprezzare considerevoli differenze sia di tipo organizzativo che nelle prerogative clinico assistenziali. Modelli differenti in Europa prediligono la presenza della figura medica nelle squadre di soccorso mentre nei paesi anglosassoni si afferma la figura del tecnico di emergenza specializzato. In Italia e altri paesi, la figura infermieristica è largamente diffusa, implementando e aumentando la distribuzione di personale sanitario ma lasciando aree di disomogeneità organizzativa per la gestione di una fase delicata come quella rianimatoria. Sempre più negli anni si sono fatti riferimenti a istruzioni operative e linee guida per standardizzare l’approccio delle diverse figure coinvolte e fornire loro importanti indicazioni comportamentali da mettere in atto al fine di gestire nel migliore dei modi il paziente con una compromissione importante del respiro. In Italia Pamia (Prehospital airway management italian association) ha enfatizzano alcuni aspetti sulla gestione delle vie respiratorie come: l’indicazione, la fattibilità e l’opportunità di approcciarsi al management delle stesse, sia attraverso l’intubazione orotracheale (Iot) che con l’utilizzo di presidi extraglottici (Peg).

Destinatari

  • Medico: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Ostetrica: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Video lezioni
  • Dispense
07
Mar
2022

DECOMPRESSIONE PLEURICA IN EMERGENZA #FAD3822NZ0703

07-03-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
30,00 €
DECOMPRESSIONE PLEURICA IN EMERGENZA  #FAD3822NZ0703
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Lo pneumotorace iperteso si sviluppa quando un danno alla parete toracica o al polmone risulta tale da consentire all'aria di passare nello spazio pleurico ma non fuori di esso. L’effetto sarà quello di trovarsi davanti a un sistema a valvola unidirezionale. L'aria si accumula e comprime il polmone, spostando infine il mediastino, comprimendo il polmone controlaterale, e aumentando la pressione intratoracica abbastanza da diminuire il ritorno venoso al cuore, causando shock. La decompressione dello pneumotorace iperteso viene quindi utilizzata in emergenza come tecnica salvavita. Per questo motivo la conoscenza di questa, dovrebbe essere particolarmente diffusa per far si che quando necessaria venga applicata in modo corretto.

Destinatari

  • Medico: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Ostetrica: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Video lezioni
  • Dispense
07
Mar
2022

MAXIEMERGENZE E PANDEMIA #FAD3922NZ0703

07-03-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
30,00 €
MAXIEMERGENZE E PANDEMIA #FAD3922NZ0703
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’attuale assetto societario e lo scenario globale, ci hanno fatto comprendere che sussiste una considerevole quota di rischio per incidenti di dimensioni maggiori. Pur destinando estrema attenzione ai fatti relativi alla recente pandemia e ad eventi passati di matrice terroristica, dobbiamo comunque tenere conto che anche la casistica ordinaria di eventi, propone un considerevole numero di “banali” incidenti ferroviari, stradali, aerei e navali che possono mettere in crisi i sistemi di soccorso che dovranno sempre di più farsi trovare pronti ed adeguatamente attrezzati per affrontare situazioni speciali. Questi casi, che vengono classificati come “incidenti maggiori”, “catastrofi ad effetto limitato” o “disastri”, prevedono un approccio sostanzialmente diverso da quello impiegato nella gestione delle emergenze mediche tradizionali. A tal proposito dobbiamo comprendere che non sarà sufficiente moltiplicare il personale di soccorso per gestire con successo uno scenario di maxi-emergenza. Dall’esperienza maturata, possiamo affermare che la disponibilità di risorse nel breve periodo, risulterà sempre insufficiente rispetto al fabbisogno generato dall’evento e che quindi sarà necessaria una opera di gestione avanzata.

Destinatari

  • Medico: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Ostetrica: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Video lezioni
  • Dispense
28
Feb
2022

LINEE DI INDIRIZZO NAZIONALI 2019: TRIAGE, OBI E SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO #GFA0222TN2802

28-02-2022 16:30 16:30 - 03-03-2022 19:00 19:00
vedi programma
LINEE DI INDIRIZZO NAZIONALI 2019: TRIAGE, OBI E SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO #GFA0222TN2802
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione delle strutture dell’emergenza urgenza e della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che hanno rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regioni il 1/8/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri.
Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding. Questi incontri offrono una descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura. Questo corso, rivolto a infermieri, medici, infermieri pediatrici ed ostetriche a diverso titolo coinvolti nell’attività di triage, è organizzato da AceMC e GFT, due società scientifiche che si pongono l’obiettivo di sviluppare percorsi di studio e diffondere strategie formative volte ad aumentare il livello di competenza degli operatori dell’emergenza urgenza e promuovere il miglioramento della qualità dell’assistenza offerta ai cittadini. Questa comunione di intenti si esprime concretamente con la scelta di offrire l’iscrizione gratuita all’iniziativa a tutti i professionisti che intendono approfondire gli argomenti oggetto del corso e partecipare al confronto sulle difficoltà presenti nelle realtà operative e individuare strategie per superale ed applicare nella quotidianità quanto raccomandato in letteratura.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

25
Feb
2022

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0122TN2502

25-02-2022 15:00 15:00 - 09-03-2022 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0122TN2502
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

22
Feb
2022

LINEE DI INDIRIZZO NAZIONALI 2019: TRIAGE, OBI E SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO #GFA0122TN2202

22-02-2022 16:30 16:30 - 24-02-2022 19:00 19:00
vedi programma
LINEE DI INDIRIZZO NAZIONALI 2019: TRIAGE, OBI E SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO #GFA0122TN2202
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione delle strutture dell’emergenza urgenza e della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che hanno rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regioni il 1/8/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri.
Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding. Questi incontri offrono una descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura. Questo corso, rivolto a infermieri, medici, infermieri pediatrici ed ostetriche a diverso titolo coinvolti nell’attività di triage, è organizzato da AceMC e GFT, due società scientifiche che si pongono l’obiettivo di sviluppare percorsi di studio e diffondere strategie formative volte ad aumentare il livello di competenza degli operatori dell’emergenza urgenza e promuovere il miglioramento della qualità dell’assistenza offerta ai cittadini. Questa comunione di intenti si esprime concretamente con la scelta di offrire l’iscrizione gratuita all’iniziativa a tutti i professionisti che intendono approfondire gli argomenti oggetto del corso e partecipare al confronto sulle difficoltà presenti nelle realtà operative e individuare strategie per superale ed applicare nella quotidianità quanto raccomandato in letteratura.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

15
Feb
2022

GESTIONE EMOTIVA E COMPETENZE TRASVERSALI NELLE PROFESSIONI SANITARIE #FAD2722NZ1502

15-02-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
30,00 €
GESTIONE EMOTIVA E COMPETENZE TRASVERSALI NELLE PROFESSIONI SANITARIE #FAD2722NZ1502
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Le professioni sanitarie così come altre professioni nell’ambito sociale e d’aiuto, si pongono l’obiettivo di presa in carico dei pazienti, nella loro complessità e multidimensionalità della sofferenza psicofisica. Il coinvolgimento emotivo o l’impatto psichico che comporta il relazionarsi con soggetti che percepiscono malessere, determina molto spesso la difficoltà nel saper sostenere, tollerare e gestire il disagio psicofisico che i pazienti tendono a proiettare sul personale sanitario che si prende cura di loro. Per tale motivo, la finalità di questo corso, è l’approfondimento teorico delle modalità e competenze funzionali per saper gestire il “carico emotivo” che caratterizza il lavoro delle professioni sanitarie.

Destinatari

  • Tutte le Professioni Sanitarie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Corso di formazione a distanza
03
Gen
2022

IL DISTURBO POST-TRAUMATICO DA STRESS #FAD3222NZ0301

03-01-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
30,00 €
IL DISTURBO POST-TRAUMATICO DA STRESS #FAD3222NZ0301
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il Disturbo Post Traumatico da Stress (Post Traumatic Stress Disorder, PTSD) rappresenta una condizione clinica molto frequente, più o meno invalidante, che colpisce alcune persone che vengono a contatto con uno o più eventi stressanti e/o traumatici. Molti sono stati i film e i libri che hanno cercato di rappresentare questa condizione, soprattutto, a partire dal dopoguerra, quando, ancor di più, si è iniziato a parlare nuovamente di disturbi conseguenti a determinati traumi. E’ fondamentale, prima di parlare del disturbo, andare a definire specificatamente il concetto di trauma e a vedere cosa con esso si intende. Infatti, è importante sapere che con il termine trauma non ci si riferisce solo ad un evento catastrofico e imprevedibile ma anche ad un probabile vissuto caratterizzato da determinate mancanze. Tuttavia, non tutte le persone che sono state a contatto con uno o più eventi traumatici, sviluppano poi una condizione patologica. Sarà, infatti, importante, a questo proposito, ribadire il concetto di attaccamento e di fattori di rischio e di protezione per poter al meglio comprendere quali sono le “vulnerabilità” che, con più probabilità, a parità di eventi stressanti, possono condurre allo sviluppo di un PTSD.

Destinatari

  • Psicologo: 5 crediti ECM
    Medico: 5 crediti ECM
    Tecnico della riabilitazione psichiatrica: 5 crediti ECM
    Educatore professionale: 5 crediti ECM
    Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Videolezioni
03
Gen
2022

AUTOSTIMA DALLA DEFINIZIONE AL SUO RUOLO NELLA VITA DELLE PERSONE, TRA RAPPORTI DI COPPIA, LAVORO E SOCIAL NETWORK #FAD3322NZ0301

03-01-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
30,00 €
AUTOSTIMA DALLA DEFINIZIONE AL SUO RUOLO NELLA VITA DELLE PERSONE, TRA RAPPORTI DI COPPIA, LAVORO E SOCIAL NETWORK #FAD3322NZ0301
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

È ormai noto a tutti quanto, avere una buona autostima, si riveli prezioso. Può considerarsi come un elemento “magico” in grado di conferire alla persona fiducia in sé stessa, sicurezza. Insomma, un “potere” fruibile nei vari ambiti della vita. Questo corso vuole approfondire il tema dell’autostima per meglio comprendere ogni suo aspetto, ma soprattutto, come si struttura, si evolve e si modifica nel corso della vita. Verranno valutate le varie teorie e definizioni che nel corso della storia si sono succedute e che portano il nome di diversi autori. Essendo importante contestualizzare il tema dell’autostima nel momento attuale, verrà messa in correlazione con alcuni aspetti del “mondo moderno” come i social network, bullismo e immagine corporea. Non solo, ma si approfondirà l’importanza dell’autostima nelle relazioni di coppia e nella vita professionale. Verranno esposti inoltre alcuni strumenti di valutazione dell’autostima che possono essere utilizzati dai professionisti (psicologi, psicoterapeuti, psichiatri e via dicendo) e che si rivelano una buona integrazione al colloquio clinico.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Videolezioni
03
Gen
2022

INTELLIGENZA EMOTIVA E MINDFULNESS NEI CONTESTI ORGANIZZATIVI #FAD8722NZ0301

03-01-2022 0:00 - 31-12-2022 0:00
30,00 €
INTELLIGENZA EMOTIVA E MINDFULNESS NEI CONTESTI ORGANIZZATIVI #FAD8722NZ0301
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Recenti studi sostengono che lo sviluppo dell’intelligenza emotiva accresce il benessere: Goleman, principale esponente di queste ricerche, attribuisce alcuni comportamenti tipici (tendenza all’isolamento, insuccessi lavorativi, fenomeni di aggressività, stress/mobbing, dipendenze) ad un diffuso analfabetismo emozionale, che segnala l’importante bisogno di accrescere la consapevolezza e la gestione del proprio mondo emotivo.
Anche in ambienti di lavoro è possibile promuovere l’intelligenza emotiva, sviluppando competenze sociali, emotive, morali, che aiutano la persona a scegliere e coltivare direzioni personali e professionali soddisfacenti, centrate su valori importanti, senza dipendere da condizionamenti esterni, o senza dovervi rinunciare per difficoltà come scarsa autostima, ansia e conflitti.
Questo corso di formazione è pertanto finalizzato a sostenere le persone che lavorano in contesti organizzativi anche complessi e critici, verso scelte emotivamente intelligenti, attraverso la mindfulness. Il corso si propone di guidare i partecipanti alla comprensione pratica e teorica delle diverse emozioni, anche spiacevoli come rabbia, paura, tristezza o vergogna, attraverso la mindfulness, nell’ottica di impiegare successivamente questi stessi strumenti come canale di comunicazione e di intervento al lavoro.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Corso di formazione a distanza
04
Dic
2021

BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0121TN0412

04-12-2021 9:00 9:00 -15:00
vedi brochure
BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0121TN0412
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM
  • Altro - Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche

Iscrizioni concluse

24
Nov
2021

TRIAGE GLOBALE IN AMBITO PEDIATRICO #WTO0221TN2411

24-11-2021 15:00 15:00 - 30-11-2021 13:00 13:00
vedi programma
TRIAGE GLOBALE IN AMBITO PEDIATRICO #WTO0221TN2411
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE GLOBALE IN AMBITO PEDIATRICO. ASPETTI CLINICI COSTRUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI PROTOCOLLI DI VALUTAZIONE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Spesso nel Pronto Soccorso Generale, l’approccio ai pazienti in età pediatrica rappresenta per il triagista un contesto operativo al quale occorre dedicare particolare attenzione e richiede specifiche conoscenze e competenze. Il corso di approfondimento intende affrontare le problematiche relative a questi ambiti e fornire ai professionisti operanti presso i Pronto Soccorso generali strumenti adeguati per l’accoglienza, la valutazione e la gestione in triage di questa tipologia di pazienti. Al corso possono partecipare anche gli infermieri pediatrici e le ostetriche che trovandosi spesso a prendere in carico questa tipologia di pazienti possono trovare nell’esperienza formativa elementi utili a migliorare la competenza specifica, o meglio ancora che intendono partecipare al processo di definizione/revisione delle procedure di triage presso le proprie realtà operative.

2. PILLOLE DI TRIAGE GLOBALE
(modulo FAD)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. E' un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano. IL corso propone una serie di microlezioni, le “pillole”, sugli aspetti essenziali del triage infermieristico in Pronto Soccorso; l’iniziativa formativa può rappresentare un occasione per chi vuole accostarsi per la prima volta a questo particolare specifico operativo per conoscerne i principi scientifici, oppure può essere valida occasione di retraining per chi ha già effettuato una formazione specifica sulla argomento e desidera rinforzare le sue conoscenze sul modello globale. La proposta di alcuni casi clinici simulati permetterà anche di sperimentare in maniera simulata il processo di triage previsto dal triage globale.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage pediatrico: saranno erogati 21 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

18
Nov
2021

RETRAINING SUL TRIAGE GLOBALE ED AGGIORNAMENTO SULLE NUOVE LINEE GUIDA #GFT1821RN1811

18-11-2021 8:30 8:30 -18:00
vedi brochure
RETRAINING SUL TRIAGE GLOBALE ED AGGIORNAMENTO SULLE NUOVE LINEE GUIDA #GFT1821RN1811
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding. Questo corso, oltre a costituire un importante occasione formativa di retraining sulla metodologia del Triage Globale (modello indicato dalle linee di indirizzo 2019 come adeguato per le realtà italiane), offre momenti di confronto tra i vari professionisti sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura. La dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, seguiti da esercitazioni sul nuovo sistema di codifica a 5 livelli di priorità, permetterà l’acquisizione di competenza su questi importanti specifiche questioni.

Destinatari

  • Infermiere: 9 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 9 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 9 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 9 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezioni frontali ed interattive
  • Lavori di gruppo
  • Casi clinici simulati
  • Discussioni guidate
  • Role play

Iscrizioni concluse

01
Nov
2021

COGNITIVE REMEDIATION PER PAZIENTI AFFETTI DA PATOLOGIE PSICHIATRICHE #FAD3021NZ0111

01-11-2021 0:00 - 30-10-2022 0:00
25,00 €
COGNITIVE REMEDIATION PER PAZIENTI AFFETTI DA PATOLOGIE PSICHIATRICHE #FAD3021NZ0111
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

È un dato ormai assodato che la maggior parte dei pazienti con disturbi psichiatrici in carico ai nostri servizi presenta dei deficit cognitivi importanti che colpiscono in particolar modo la memoria di lavoro, l’attenzione e le cosiddette funzioni esecutive (capacità di pianificazione, risoluzione dei problemi, prendere una decisione, svolgere correttamente delle azioni in sequenza, ecc.). Questi deficit hanno un impatto negativo enorme sul funzionamento della persona nella vita quotidiana e sulla qualità della vita percepita dal soggetto. La cognitive remediation è uno tra gli interventi riabilitativi psicosociali che si pone l’obiettivo di migliorare e/ripristinare le funzioni cognitive utilizzando un ampio spettro di strategie. Il corso si pone l’obiettivo di fornire conoscenze sulla valutazione e sui principali interventi di rimedio cognitivo sia computerizzati che carta e penna.

Destinatari

  • Psicologo: 5 crediti ECM
    Medico: 5 crediti ECM
    Tecnico della riabilitazione psichiatrica: 5 crediti ECM
    Educatore professionale: 5 crediti ECM
    Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Videolezioni
11
Ott
2021

IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1521RN1110

11-10-2021 8:30 8:30 - 13-10-2021 17:00 17:00
vedi brochure
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1521RN1110
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici. Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001. Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici
che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: 30 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 30 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 30 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 30 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezioni frontali ed interattive
  • Lavori di gruppo
  • Casi clinici simulati
  • Discussioni guidate
  • Role play

Iscrizioni concluse

24
Set
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN2409

24-09-2021 15:00 15:00 - 06-10-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN2409
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

20
Ago
2021

L’ONCOLOGIA PEDIATRICA. ASPETTI PSICOLOGICI #FAD2121NZ2008

20-08-2021 0:00 - 19-08-2022 0:00
25,00 €
L’ONCOLOGIA PEDIATRICA. ASPETTI PSICOLOGICI  #FAD2121NZ2008
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’importanza del ruolo dell’operatore sociosanitario nella relazione di cura e negli interventi con un paziente Bambino / Adolescente è fondamentale al fine di aiutarlo a gestire le sue emozioni e supportarlo nel suo sviluppo identitario. La diagnosi di una malattia grave e spesso anche invalidante rappresenta sempre un momento difficile pieno di emozioni e pensieri, ma quando essa avviene in età evolutiva/ adolescenziale bisogna considerare molteplici aspetti poiché queste fasce d’età sono caratterizzate da una serie di trasformazioni e mutazioni della propria persona oltre alla ricerca di autonomia e della voglia/bisogno di confrontarsi con i propri coetanei. Inoltre, non bisogna dimenticare anche l’aspetto emotivo fortemente influenzato dalla diagnosi. L’approccio deve considerare e riconoscere il periodo di sviluppo in cui si trova il paziente ed integrare i suoi bisogni nella sua presa in carico. L’obiettivo di questo corso è quello di comprendere quanto la relazione di cura ed il ruolo dell’operatore socio sanitario possano influire ed aiutare il minore nella gestione delle sue emozioni e supportarlo nel suo sviluppo durante il delicato momento della malattia.

Destinatari

  • Medico Chirurgo (tutte le discipline): 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere pediatrico: 5 crediti ECM
    Psicologo: 5 crediti ECM
    Assistente sanitario: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Corso di formazione a distanza

Iscrizioni concluse

08
Ago
2021

L'ALZHEIMER: RELAZIONE CON I MALATI E I FAMILIARI. UNA MALATTIA DI TUTTA LA FAMIGLIA #FAD1521NZ0808

08-08-2021 0:00 - 07-08-2022 0:00
25,00 €
L'ALZHEIMER: RELAZIONE CON I MALATI E I FAMILIARI. UNA MALATTIA DI TUTTA LA FAMIGLIA #FAD1521NZ0808
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La diagnosi di malattia di Alzheimer è un peso emotivo molto grave per chi la vive in prima persona, ma viene anche definita una “malattia di tutta la famiglia”, perché destabilizza i parenti stretti, che si trovano spesso in una situazione in cui non sanno come comportarsi. Per malato e familiari diventa quindi, in modo diverso, difficile stabilire comunicazione e relazioni adeguate con le figure sanitarie.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: saranno erogati 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Formazione a distanza

Iscrizioni concluse

01
Ago
2021

LA GESTIONE DEL PAZIENTE PSICOTICO: FATTORI DI PROTEZIONE E INTERVENTO PER LE PROFESSIONI SANITARIE #FAD1421NZ0108

01-08-2021 0:00 - 31-07-2022 0:00
25,00 €
LA GESTIONE DEL PAZIENTE PSICOTICO: FATTORI DI PROTEZIONE E INTERVENTO PER LE PROFESSIONI SANITARIE  #FAD1421NZ0108
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Le prime descrizioni del disturbo psicotico, con particolare riferimento alla schizofrenia, vennero effettuate nel 1809, quando fu descritta come caratterizzata da alcuni quadri clinici costituiti dall’insorgenza in età postpuberale di un netto cambiamento della personalità, dalla comparsa di profonde alterazioni dell’affettività, del pensiero e da un progressivo deterioramento comportamentale. Nel 1893, Emil Kraepelin, inquadrò un gruppo di disturbi facente parte di un medesimo processo morboso caratterizzato da un esordio in età giovanile e il progressivo decadimento di varie funzioni psichiche, fino ad una condizione simile a quella delle demenze di origine organica. Per tale motivo, Kraepelin chiamò questa sindrome “dementia praecox”. Attualmente il DSM-5 delinea il disturbo psicotico, in maniera specifica e attraverso criteri e ben specifici. Il paziente psicotico, si caratterizza da imprevedibilità comportamentale e scarsa tolleranza dell’emotività. Per tale motivo, attraverso tale corso, è utile conoscere gli aspetti più specifici del suo funzionamento psichico, affettivo e comportamentale, al fine di sapere come regolarsi nell’interazione con tale paziente ed evitare che si scatenino “turbe emotive” e comportamenti violenti.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Formazione a distanza

Iscrizioni concluse

25
Lug
2021

PSICOFARMACOLOGIA: DALLA DEFINIZIONE ALL’APPLICAZIONE CLINICA #FAD1221NZ2507

25-07-2021 0:00 - 24-07-2022 0:00
25,00 €
PSICOFARMACOLOGIA: DALLA DEFINIZIONE ALL’APPLICAZIONE CLINICA #FAD1221NZ2507
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La psicofarmacologia, riguarda l’azione svolta dagli psicofarmaci sul sistema nervoso. La terapia farmacologica dei disturbi psichiatrici può essere considerata un tentativo di modificare o correggere i comportamenti, i pensieri o gli stati dell’umore patologici attraverso l’azione di molecole che modificano il funzionamento del sistema nervoso centrale. Il corso prevede l’approfondimento della psicofarmacologia clinica, ovvero quella branca della medicina che si occupa delle interazioni tra l’individuo, la sua sintomatologia e l’utilizzo di psicofarmaci.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Formazione a distanza

Iscrizioni concluse

25
Lug
2021

PRONTUARIO DEL WOUND CARE. PER LA PREVENZIONE DELLE LESIONI CUTANEE (VULNOLOGIA) #FAD2621NZ2507

25-07-2021 0:00 - 24-07-2022 0:00
vedi brochure
PRONTUARIO DEL WOUND CARE. PER LA PREVENZIONE DELLE LESIONI CUTANEE (VULNOLOGIA) #FAD2621NZ2507
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Questo corso si rivolge ai professionisti della salute che spesso si trovano davanti all’utente con lesioni cutanee o che ne sono a rischio e che hanno frequentemente difficoltà a districarsi tra gli innumerevoli prodotti che il mercato propone. Utenti che per il loro numero ed incidenza sono sempre più numerosi sia in corsia che nelle strutture residenziali che a domicilio (oltre 2.000.000 in Italia) e che richiedono professionisti preparati, aggiornati e con le soluzioni ed opzioni cliniche facilmente reperibili. In questo panorama appena delineato, ben si colloca il testo “Prontuario del wound care” ed il corso FAD ad esso abbinato, che costituisce una messa a punto sistematica e ragionata di tutti i mezzi a disposizione in ambito vulnologico, con ampia e dettagliata descrizione di indicazioni d’uso e modalità di impiego.

Destinatari

  • Medico (tutte le discipline): 50 crediti ECM
  • Infermiere: 50 crediti ECM
  • Infermiere pediatrico: 50 crediti ECM
  • Ostetrica: 50 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Formazione a distanza con libro

Iscrizioni concluse

10
Lug
2021

SARS-COV-2. LA GESTIONE DEL RISCHIO NELLE RSA #FAD0521NZ1007

10-07-2021 0:00 - 09-07-2022 0:00
30,00 €
SARS-COV-2. LA GESTIONE DEL RISCHIO NELLE RSA #FAD0521NZ1007
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

In seguito all’epidemia Covid 19 e alla situazione registrata nelle RSA a livello Nazionale e internazionale manifestatasi con dati oggettivi e drammatici riportati su tutti i Media, l’Istituto Superiore di Sanità ha emanato delle linee guida per prevenire i contagi e gestire e isolare i casi Covid 19 all’interno delle strutture di riabilitazione o Hospice. Il corso ha pertanto la finalità di rendere chiare concrete e sintetiche le azioni da compiere per la prevenzione del rischio Covid 19 nelle RSA, tramite la formazione a distanza basata sulle raccomandazioni e procedure emanate dalle linee guida rendendo evidente il percorso per giungere a una prevenzione e gestione del rischio.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Visione di filmati

Iscrizioni concluse

07
Lug
2021

PILLOLE DI TRIAGE GLOBALE #FAD9721NZ0707

07-07-2021 0:00 - 06-07-2022 0:00
20,00 € | Gratuito per soci GFT e partecipanti ai corsi nazionali GFT negli ultimi 3 anni.
PILLOLE DI TRIAGE GLOBALE #FAD9721NZ0707
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. E' un'attività che è divenuta via via più complessa perchè è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
IL corso propone una serie di microlezioni, le “pillole”, sugli aspetti essenziali del triage infermieristico in Pronto Soccorso; l’iniziativa formativa può rappresentare un occasione per chi vuole accostarsi per la prima volta a questo particolare specifico operativo per conoscerne i principi scientifici, oppure può essere valida occasione di retraining per chi ha già effettuato una formazione specifica sulla argomento e desidera rinforzare le sue conoscenze sul modello globale. La proposta di alcuni casi clinici simulati permetterà anche di sperimentare in maniera simulata il processo di triage previsto dal triage globale.

Destinatari

  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 5 crediti ECM
  • Medico Chirurgo (tutte le discipline): 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Formazione a distanza

Iscrizioni concluse

01
Lug
2021

SARS-COV-2. IL CORRETTO UTILIZZO DEI DPI #FAD0621NZ0107

01-07-2021 0:00 - 30-06-2022 0:00
30,00 €
SARS-COV-2. IL CORRETTO UTILIZZO DEI DPI  #FAD0621NZ0107
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L'11 febbraio 2020, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato che la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus (successivamente denominato SARS-CoV-2) è stata chiamata COVID-19. La trasmissione del virus avviene prevalentemente per droplets (goccioline) e per contatto, la trasmissione per via aerea, ad oggi, sembra esclusa. Il corso si propone di illustrare le basi teoriche sull'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (DPI) idonei a ridurre efficacemente la trasmissione del virus. La parte teorica è integrata da appositi filmati commentati che illustrano le principali tecniche di vestizione e svestizione. I docenti sono infermieri esperti che operano nelle unità operative di malattie infettive ed emergenza territoriale 118.

Destinatari

  • Tutte le professioni saniatrie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Visione di filmati

Iscrizioni concluse

27
Giu
2021

DISTURBO DI PANICO: DESCRIZIONE, DIAGNOSI, CURA #FAD1021NZ2706

27-06-2021 0:00 - 26-06-2022 0:00
25,00 €
DISTURBO DI PANICO: DESCRIZIONE, DIAGNOSI, CURA #FAD1021NZ2706
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso approfondisce la tematica clinica relativa agli attacchi di panico, un disturbo che rientra nell'ansia patologica e si caratterizza dal percepire costantemente un sentimento di pericolo imminente o di catastrofe incombente, accompagnato dalla paura di morire o di perdere la ragione.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

Il corso è formato da moduli teorici e applicativi, con casi reali o sezioni di approfondimento, per favorire lo studio e l'apprendimento.

Iscrizioni concluse

22
Giu
2021

COVID-19 E L'EMERGENZA SANITARIA AGGIORNAMENTO E APPROCCIO PSICOLOGICO #FAD0821NZ2206

22-06-2021 0:00 - 21-06-2022 0:00
25,00 €
COVID-19 E L'EMERGENZA SANITARIA AGGIORNAMENTO E APPROCCIO PSICOLOGICO #FAD0821NZ2206
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso in oggetto, si prefigge il fine di approfondire il nuovo coronavirus denominato scientificamente “Sars-coV-2” attraverso dati di ricerche aggiornati. Nello specifico, verranno approfondite le conseguenze sviluppatesi a livello globale in seguito alla diffusione del virus a partire dai focolai epidemici e che rientrano soprattutto nell’emergenza sanitaria. Gli operatori, sono esposti maggiormente al rischio di contrarre il covid-19 e a sviluppare disturbi psichici quali ansia, attacchi di panico e burnout. Per tale motivazione, diviene fondamentale l’elaborazione di un piano metodologico, di prevenzione e intervento medico-sanitario e di tipo psicologico.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

Il corso è formato da moduli teorici e applicativi, con casi reali o sezioni di approfondimento, per favorire lo studio e l'apprendimento.

Iscrizioni concluse

16
Giu
2021

IL PAZIENTE STRANIERO IN TRIAGE #FAD0321NZ1606

16-06-2021 0:00 - 16-06-2022 0:00
25,00 € | Quota soci GFT: 15,00 €
IL PAZIENTE STRANIERO IN TRIAGE #FAD0321NZ1606
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il Triage è una fase delicata già per i pazienti italiani, poiché l'ingresso in PS è di solito accompagnato da preoccupazione e sofferenza correlate al proprio problema di salute, che talvolta viene soggettivamente vissuto come molto grave. Il paziente straniero, rispetto a quello italiano, oltre al problema di salute, deve affrontare anche altre difficoltà: linguistiche, culturali e talvolta anche timore di denuncia perché irregolare. L'infermiere di triage, d'altra parte, non può ovviamente disporre di plurali competenze linguistiche e culturali. Tra l'altro le Organizzazioni Sanitarie sono tendenzialmente in ritardo rispetto a questa problematica. La complessità e la grande responsabilità connesse alla funzione di triage sono quindi accresciute di fronte al paziente straniero. In questa fase delicata, in cui inizia il processo di cura in PS possono generarsi conflitti correlati alle diversità che ostacolano o inibiscono un'adeguata presa in carico della persona ed aumentano il carico emotivo e di lavoro dell'operatore talvolta compromettendone la sua operatività, trasformando quindi l'incontro in uno scontro. Il nursing transculturale è un importante modello di approccio al problema, ma risulta di difficile applicazione in Triage, dove l'infermiere vive una situazione particolare, dettata da tempistiche ristrette, ritmi frenetici e un grande afflusso di pazienti. Molti sono gli studi e le iniziative formative che si occupano della dicotomia paziente straniero e Servizi sanitari, ma nessuno di essi ha posto l'attenzione specificamente sulla realtà del Triage. Da queste premesse nasce la necessità di indagare le criticità e le difficoltà vissute dagli operatori e dall'utente immigrato in sede di Triage per individuare strategie di superamento delle stesse. Il corso pone l'attenzione su alcuni elementi importanti della relazione di cura tra professionista ed utente straniero fornendo elementi di riflessione tali da poter elaborare percorsi di soluzione e iniziative atte a migliorare la qualità dell'assistenza erogata e ridurre lo stress lavorativo. L'argomento verrà affrontato sotto molteplici aspetti: la normativa specifica e la deontologia saranno oggetto del primo momento di confronto; verranno poi analizzati alcuni concetti antropologici tra cui l’ approccio con “l’ altro”, il concetto di salute - malattia e l’ accesso ai Servizi sanitari nelle diverse culture. Il confronto diretto con alcuni rappresentanti delle principali etnie presenti in Italia e col presidente di una associazione multietnica di mediatori culturali, permetterà ai professionisti di confrontarsi con il vissuto della persona straniera e comprendere le motivazioni di alcuni comportamenti e situazioni, che possono compromettere una corretta presa in carico dell’ utente al triage. Un approccio culturalmente competente ed attento anche al rispetto dei “diritti” dell’ operatore garantirà una migliore qualità del triage per persona assistita ed operatore sanitario.

Destinatari

  • Medico Chirurgo (tutte le discipline): 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale

Iscrizioni concluse

14
Giu
2021

TRIAGE GLOBALE IN AMBITO PEDIATRICO #WTO0221TN1406

14-06-2021 15:00 15:00 - 19-06-2021 19:00 19:00
vedi programma
TRIAGE GLOBALE IN AMBITO PEDIATRICO #WTO0221TN1406
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE GLOBALE IN AMBITO PEDIATRICO. ASPETTI CLINICI COSTRUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI PROTOCOLLI DI VALUTAZIONE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Spesso nel Pronto Soccorso Generale, l’approccio ai pazienti in età pediatrica rappresenta per il triagista un contesto operativo al quale occorre dedicare particolare attenzione e richiede specifiche conoscenze e competenze. Il corso di approfondimento intende affrontare le problematiche relative a questi ambiti e fornire ai professionisti operanti presso i Pronto Soccorso generali strumenti adeguati per l’accoglienza, la valutazione e la gestione in triage di questa tipologia di pazienti. Al corso possono partecipare anche gli infermieri pediatrici e le ostetriche che trovandosi spesso a prendere in carico questa tipologia di pazienti possono trovare nell’esperienza formativa elementi utili a migliorare la competenza specifica, o meglio ancora che intendono partecipare al processo di definizione/revisione delle procedure di triage presso le proprie realtà operative.

2. PILLOLE DI TRIAGE GLOBALE
(modulo FAD)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. E' un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano. IL corso propone una serie di microlezioni, le “pillole”, sugli aspetti essenziali del triage infermieristico in Pronto Soccorso; l’iniziativa formativa può rappresentare un occasione per chi vuole accostarsi per la prima volta a questo particolare specifico operativo per conoscerne i principi scientifici, oppure può essere valida occasione di retraining per chi ha già effettuato una formazione specifica sulla argomento e desidera rinforzare le sue conoscenze sul modello globale. La proposta di alcuni casi clinici simulati permetterà anche di sperimentare in maniera simulata il processo di triage previsto dal triage globale.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage pediatrico: saranno erogati 21 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

13
Mag
2021

VIOLENZA DI GENERE. FORME, DIMENSIONI, LINEE GUIDA #WEB1921TN1305

13-05-2021 9:00 9:00 -13:00
35,00 €
VIOLENZA DI GENERE. FORME, DIMENSIONI, LINEE GUIDA #WEB1921TN1305
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Secondo l'OMS la violenza contro le donne rappresenta, oltre che un fenomeno sociale, un problema di salute di enormi proporzioni. Gli abusi fisici e psicologici colpiscono oltre il 35% delle donne del mondo e le conseguenze sulla loro vita e sulla loro salute possono portare a problemi cronici.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: saranno erogati 4 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi

Iscrizioni concluse

07
Mag
2021

LA LETTURA AD ALTA VOCE NELLA PRIMA INFANZIA #WDG0121TN0705

07-05-2021 15:00 15:00 -18:00
La partecipazione è gratuita.
LA LETTURA AD ALTA VOCE NELLA PRIMA INFANZIA #WDG0121TN0705
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La lettura ad alta voce rappresenta uno stimolo prezioso per lo sviluppo del bambino ed è ormai inclusa a pieno titolo tra le strategie per promuovere il benessere, la salute e l’inclusione sociale. L’American Academy of Pediatrics (2014) e l’Istituto Superiore di Sanità (Progetto di Sorveglianza 0-2 anni, 2016), annoverano la lettura ad alta voce tra i determinanti di salute nella prima infanzia. Il corso si prefigge di promuovere l’esposizione alla lettura in età prescolare, a supporto della maturazione cognitiva e affettiva, con una particolare attenzione alle prime fasi della vita e alle situazioni di rischio evolutivo. Verranno presentate le esperienze maturate con bambini a sviluppo tipico e atipico, genitori, operatori socio-sanitari e insegnanti nel corso del progetto “Le. Pre: Leggimi presto, leggimi con”, finanziato da CePeLL (Centro per il Libro e la Lettura) attraverso il Programma Leggimi 0-6, frutto della collaborazione tra Fondazione Don Gnocchi e importanti istituzioni pubbliche e private.

Destinatari

  • Medici pediatri e neuropsichiatri infantili: 2,1 crediti ECM
  • Infermieri, Infermieri pediatrici: 2,1 crediti ECM
  • Fisioterapisti: 2,1 crediti ECM
  • Logopedisti: 2,1 crediti ECM
  • Terapisti della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva: 2,1 crediti ECM
  • Educatori: 2,1 crediti ECM
  • Psicologi: 2,1 crediti ECM
  • Insegnanti, operatori dell’infanzia, genitori

Metodologia Didattica

  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale in modalità webinar

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

03
Mag
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0305

03-05-2021 15:00 15:00 - 15-05-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0305
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

24
Apr
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO RETRAINING #WTO0321TN2404_PM

24-04-2021 14:00 14:00 -18:00
Evento formativo riservato
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO RETRAINING #WTO0321TN2404_PM
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. PILLOLE DI TRIAGE GLOBALE
(modulo FAD)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. E' un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i
pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
IL corso propone una serie di microlezioni, le “pillole”, sugli aspetti essenziali del triage infermieristico in Pronto Soccorso; l’iniziativa formativa può rappresentare un occasione per chi vuole accostarsi per la prima volta a questo particolare specifico operativo per conoscerne i principi scientifici, oppure può essere valida occasione di retraining per chi ha già effettuato una formazione specifica sulla argomento e desidera rinforzare le sue conoscenze sul modello globale. La proposta di alcuni casi clinici simulati permetterà anche di sperimentare in maniera simulata il processo di triage
previsto dal triage globale.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. RETRAINING SUL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione,
l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità
professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding. Questo corso, oltre a costituire un importante occasione formativa di retraining sulla metodologia del Triage Globale (modello indicato dalle linee di indirizzo 2019 come adeguato per le realtà italiane), offre momenti di confronto tra i vari professionisti sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura. La dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti
essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, seguiti da esercitazioni sul nuovo sistema di codifica a 5 livelli.

4. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 64 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

24
Apr
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO RETRAINING #WTO0321TN2404_AM

24-04-2021 9:00 9:00 -13:00
Evento formativo riservato
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO RETRAINING #WTO0321TN2404_AM
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. PILLOLE DI TRIAGE GLOBALE
(modulo FAD)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. E' un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i
pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
IL corso propone una serie di microlezioni, le “pillole”, sugli aspetti essenziali del triage infermieristico in Pronto Soccorso; l’iniziativa formativa può rappresentare un occasione per chi vuole accostarsi per la prima volta a questo particolare specifico operativo per conoscerne i principi scientifici, oppure può essere valida occasione di retraining per chi ha già effettuato una formazione specifica sulla argomento e desidera rinforzare le sue conoscenze sul modello globale. La proposta di alcuni casi clinici simulati permetterà anche di sperimentare in maniera simulata il processo di triage
previsto dal triage globale.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. RETRAINING SUL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione,
l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità
professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding. Questo corso, oltre a costituire un importante occasione formativa di retraining sulla metodologia del Triage Globale (modello indicato dalle linee di indirizzo 2019 come adeguato per le realtà italiane), offre momenti di confronto tra i vari professionisti sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura. La dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti
essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, seguiti da esercitazioni sul nuovo sistema di codifica a 5 livelli.

4. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 64 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

19
Apr
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN1904

19-04-2021 15:00 15:00 - 30-04-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN1904
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

12
Apr
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN1204

12-04-2021 15:00 15:00 - 23-04-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN1204
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

22
Mar
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN2203

22-03-2021 15:00 15:00 - 31-03-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN2203
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

08
Mar
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0803

08-03-2021 15:00 15:00 - 20-03-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0803
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

08
Mar
2021

AUTOSTIMA: POTENZIARE IL GIUDIZIO SU SE STESSI E AIUTARE GLI ALTRI A MIGLIORARE #WEB0621TN0803

08-03-2021 14:00 14:00 -18:00
35,00 €
AUTOSTIMA: POTENZIARE IL GIUDIZIO SU SE STESSI E AIUTARE GLI ALTRI A MIGLIORARE #WEB0621TN0803
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L'autostima è la reputazione di cui si gode presso se stessi. La Programmazione Neurolinguistica offre molti modi per ritrovare e aumentare l'autostima, attraverso tecniche semplici e immediatamente applicabili.

Destinatari

  • Tutte le professioni sanitarie: saranno erogati 4 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito

Iscrizioni concluse

05
Mar
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0503

05-03-2021 14:30 14:30 - 24-03-2021 19:30 19:30
La partecipazione è riservata.
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0503
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

03
Mar
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0303

03-03-2021 14:30 14:30 - 23-04-2021 19:30 19:30
La partecipazione è riservata.
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN0303
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

22
Feb
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN2202

22-02-2021 15:00 15:00 - 02-03-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN2202
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

11
Feb
2021

LA PRIVACY NELLA SANITÀ PRIVATA. TUTELE PER PAZIENTI, DIPENDENTI, AZIENDA #WEB2921TN1102

11-02-2021 14:30 14:30 -18:30
35,00 €
LA PRIVACY NELLA SANITÀ PRIVATA. TUTELE PER PAZIENTI, DIPENDENTI, AZIENDA #WEB2921TN1102
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il regolamento europeo sulla privacy è solo l'ultimo degli atti normativi in materia di privacy che impongono adeguamenti interni a tutte le aziende pubbliche e private che operano nella sanità; trattasi di un testo complesso così come complessi sono gli adempimenti richiesti ai titolari ed ai responsabili del trattamento dei dati personali, sicché la formazione sugli stessi risulta imprescindibile strumento per tutelare l'azienda, oltre che pazienti e dipendenti. Il corso si propone di esaminare, con taglio pratico, i vari risvolti degli obblighi in materia di tutela della riservatezza cogliendo l'occasione per migliorare prassi e procedure operative aziendali, nonché aumentare la consapevolezza degli adempimenti in capo agli operatori di qualunque livello siano, in modo da stimolare la conformazione del proprio comportamento alle disposizioni vigenti.

Destinatari

  • Tutte le professioni: saranno erogati 4 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Discussione

Iscrizioni concluse

08
Feb
2021

BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0121TN0802

08-02-2021 11:00 11:00 -16:00
108,00 €
BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0121TN0802
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM
  • Altro - Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

08
Feb
2021

RETRAINING BLSD-B - CERTIFICATO IRC #IRC0221TN0802

08-02-2021 11:00 11:00 -15:00
60,00 €
RETRAINING BLSD-B - CERTIFICATO IRC #IRC0221TN0802
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di permettere ai professionisti sanitari già in possesso del certificato di esecutore BLSDb Italian Resuscitation Council, di aggiornare i contenuti teorici e rinforzare le abilità pratiche necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 6 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

14
Gen
2021

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN1401

14-01-2021 15:00 15:00 - 26-01-2021 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WTO0121TN1401
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

01
Dic
2020

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WEB2220TN0112 (T3)

01-12-2020 15:00 15:00 - 11-12-2020 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WEB2220TN0112 (T3)
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

26
Nov
2020

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WEB2220TN2611(T2)

26-11-2020 15:00 15:00 - 05-12-2020 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE #WEB2220TN2611(T2)
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

25
Nov
2020

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE (IV EDIZIONE) #WEB2220TN2511

25-11-2020 15:00 15:00 - 10-12-2020 20:00 20:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE (IV EDIZIONE) #WEB2220TN2511
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Sorry, the event is now full and we could not accept more registration

19
Ott
2020

IL TRIAGE GLOBALE. ASPETTI LEGALI E GIURISPRUDENZA – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT0520RN1910

19-10-2020 9:15 9:15 - 20-10-2020 17:15 17:15
vedi brochure
IL TRIAGE GLOBALE. ASPETTI LEGALI E GIURISPRUDENZA – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT0520RN1910
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nell’attività sanitaria, notevole importanza assumono gli aspetti inerenti la responsabilità professionale e gli aspetti legali. Anche per quanto riguarda l’attività di triage vi è notevole attenzione a queste problematiche ed ultimamente iniziano ad essere presenti i primi casi giurisprudenziali. Il corso sugli aspetti legali offre ai professionisti del settore una opportunità per acquisire o affinare conoscenze riguardanti le principali problematiche inerenti la responsabilità professionale nell’emergenza-urgenza e l’attività di Pronto Soccorso con particolare attenzione alle specificità del triage. L’analisi ed il confronto tra esperti e
professionisti operanti sul campo relativamente alla casistica giurisprudenziale e l’analisi di alcune situazioni critiche permetteranno inoltre di definire concretamente criteri utili a guidare la pratica professionale secondo requisiti di sicurezza per
operatori, responsabile e pazienti.

Destinatari

  • Infermiere: 18 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 18 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 18 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 18 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezioni frontali ed interattive
  • Lavori di gruppo
  • Casi clinici simulati
  • Discussioni guidate

Iscrizioni concluse

16
Ott
2020

RETRAINING SUL TRIAGE GLOBALE ED AGGIORNAMENTO SULLE LINEE GUIDA 2019 #GFT1820TO1610

16-10-2020 8:45 8:45 -18:00
vedi brochure
RETRAINING SUL TRIAGE GLOBALE ED AGGIORNAMENTO SULLE LINEE GUIDA 2019 #GFT1820TO1610
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso, oltre a costituire un importante occasione formativa di retraining sulla metodologia del Triage Globale (modello indicato dalle linee di indirizzo 2019 come adeguato per le realtà italiane), offre momenti di confronto tra i vari professionisti sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura. La dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, seguiti da esercitazioni sul nuovo sistema di codifica a 5 livelli di priorità, permetterà l’acquisizione di competenza su questi importanti specifiche questioni.

Destinatari

  • Infermiere: 9 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 9 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 9 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 9 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezioni frontali ed interattive
  • Lavori di gruppo
  • Casi clinici simulati
  • Discussioni guidate
  • Role play

Iscrizioni concluse

08
Ott
2020

IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO #GFT1520RM0810

08-10-2020 8:30 8:30 - 09-10-2020 17:00 17:00
vedi brochure
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO #GFT1520RM0810
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: 18 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 18 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 18 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 18 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezioni frontali ed interattive
  • Lavori di gruppo
  • Casi clinici simulati
  • Discussioni guidate
  • Role play

Iscrizioni concluse

17
Set
2020

CORSO BASE DI STATISTICA APPLICATA #STA0120TN1709

17-09-2020 13:30 13:30 - 12-12-2020 13:30 13:30
720,00 €
CORSO BASE DI STATISTICA APPLICATA #STA0120TN1709
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso proposto ha l’obiettivo di fornire una serie di conoscenze pratiche sulle più comuni analisi statistiche di base, univariate, bivariate e multivariate. Il corso fornisce una base teorica dei temi affrontati, ma è fortemente orientato all’applicazione delle tecniche statistiche presentate. Per questa ragione, durante le 72 ore previste, saranno svolte numerose esercitazioni guidate su database appositamente predisposti. Inoltre, alla fine di ogni modulo, verranno assegnate delle esercitazioni da svolgere individualmente che saranno oggetto di approfondimento all’inizio del modulo successivo. Per il corretto svolgimento del corso sarà necessario che ciascuno studente abbia a disposizione un proprio computer con accesso a internet su cui sia installato il software SPSS.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 50 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Esercitazioni pratiche

Iscrizioni concluse

16
Set
2020

TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE II EDIZIONE#WEB2220TN1609

16-09-2020 16:00 16:00 - 01-10-2020 18:00 18:00
vedi programma
TRIAGE INFERMIERISTICO DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE. CORSO BASE ABILITANTE #PROGETTO TRIAGE II EDIZIONE#WEB2220TN1609
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

1. IL TRIAGE DI PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO GLOBALE
(modulo WEBINAR in videoconferenza interattiva)

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo Formazione al Triage", società scientifica che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento Quanto realizzato è in linea con le attuali disposizioni normative e le attuali evidenze scientifiche (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996, Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001, Linee di Indirizzo Per il Triage di Pronto Soccorso pubblicate sul sito del ministero della salute nel 2019).
Considerata l’impossibilità di realizzare eventi formativi residenziali in seguito all’emergenza COVID 19 ed alle attuali norme anticontagio, si realizzeranno incontri webinar tra i docenti e l’intero gruppo di discenti realizzando lezioni frontali e momenti di discussione in plenaria alternati a lavori a piccoli gruppi su casi clinici simulati ed applicazione del sistema di valutazione ed assegnazione del codice di priorità a 5 livelli numerici.

2. LINEE GUIDA TRIAGE, OBI E SVILUPPO DEL PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PRONTO SOCCORSO
(modulo FAD)

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato Regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla Conferenza Stato Regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del Ministero della Salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding.
Questo corso offre una dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, eseguita da due infermieri esperti di triage infermieristico in PS e di pronto soccorso, proponendo anche alcune riflessioni sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura.
Si tratta di un corso FAD che ciascun discente può effettuare singolarmente in tempi compatibili con le proprie esigenze, che fornisce competenze com0lementari a quanto appreso nel corso base relative agli ultimi recenti pronunciamenti ministeriali su TRIAGE, OBI e PIANO DI GESTIONE DEL SOVRAFFOLLAMENTO IN PS.

3. TRIAGE INFERMIERISTICO
(modulo FAD con libro)

L'attività di triage infermieristico rappresenta un momento fondamentale per ben indirizzare il percorso in rapporto ai bisogni del paziente. È un'attività che è divenuta via via più complessa perché è l'attività di ogni Pronto Soccorso a essere divenuta più complessa, così come lo sono diventati tutti i percorsi di ingresso ed uscita dei pazienti. Il Pronto Soccorso è una struttura in cui, oltre ad affrontare l'emergenza, si risolvono situazioni di ogni tipo: solamente attraverso un lavoro multidisciplinare è possibile integrare differenti professionalità per produrre la massima assistenza, con l'intento di applicare conoscenze scientifiche e tecniche all'avanguardia senza mai perdere di vita l'aspetto umano e relazionale con i pazienti e gli accompagnatori. Pertanto, una buona formazione all'attività di triage rimane indispensabile per gli infermieri che vi si dedicano.
Si tratta di un iniziativa formativa relativa allo studio del volume “TRIAGE INFERMIERISTICO” 4° edizione ( curato dal GFT e fornito come materiale didattico del corso). L’acquisizione dei crediti ed il superamento del corso avvengono dopo la verifica dell’acquisizione dei contenuti relativi agli argomenti trattati nel testo; anche in questo caso l’attività formativa e di verifica potrà avvenire individualmente e nel rispetto delle esigenze organizzative di ogni discente.

Destinatari

  • Infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso
    titolo sono coinvolti nell’attività di triage: saranno erogati 80 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale (modulo webinar)
  • Lavori di gruppo (modulo webinar)
  • Discussione (modulo webinar)
  • Studio dispense e libro (moduli FAD)

Iscrizioni concluse

+39 0461 825907
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA e C/F: 01569060385
REA FE 178788

+39 0461 825907
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA e C/F: 02181910221
REA TN 205821

Ente accreditato presso la Provincia Autonoma di Trento per la formazione in ambito dell'emergenza ed urgenza e per l'uso del defibrillatore esterno semiautomatico (DAE), per personale non sanitario (determinazione n. 64 del 18 giugno 2014)

 


Educazione Continua in Medicina
format Provider Standard n° 514

 

Contattaci