Formazione Residenziale

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per offrire la migliore esperienza di navigazione.

Proseguendo la navigazione, cliccando su un qualsiasi elemento o semplicemente scorrendo la pagina se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Ho capito e accetto

Politiche cookies

Questo documento ha l’intento di descrivere le tipologie di cookie utilizzati dal sito web www.formatsas.com (di seguito "Portale"), le finalità dei cookie installati e le modalità con cui l’utente può selezionare o deselezionare i cookie presenti sul Portale e che fruiscono dei servizi proposti.

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito più facile e intuitivo. I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

1.COSA SONO I COOKIE

I cookie, così come definiti dall’Autorità Garante, sono stringhe di testo di piccole dimensioni che le applicazioni visitate dall’utente inviano al tuo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi alle stesse applicazioni alla successiva visita del medesimo utente.

Con il termine cookie si vuol far riferimento sia ai cookie, propriamente detti, sia a tutte le tecnologie similari.

I cookie sono usati per accedere più rapidamente ai servizi online e per migliorare la navigazione dell’utente attraverso il monitoraggio di sessioni, la memorizzazione di informazioni degli utenti, il caricamento più rapido dei contenuti, etc.

2.TIPOLOGIE DI COOKIE

I cookie possono essere:

  • Cookie di prima parte: sono i cookie proprietari utilizzati dal titolare del trattamento dei dati personali al fine di consentire all’utente di navigare in modo più efficiente e/o di monitorare le azioni esercitate dallo stesso;
  • Cookie di terza parte: sono i cookie impostati da un sito diverso da quello che si sta attualmente visitando al fine di consentire all’utente di navigare in modo più efficiente e/o di monitorare le azioni esercitate dallo stesso.

Inoltre, si distinguono diverse tipologie di cookie:

  • Cookie Tecnici: utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio (art. 122, comma 1, del Codice Privacy). I cookie tecnici ricomprendono:
    • Cookie di Sessione o di Navigazione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del Sito, permettendo ad esempio di navigare più rapidamente, di realizzare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate, e sono di fatto necessari per il suo corretto funzionamento.
    • Cookie di Funzionalità: permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
    • Cookie Analitici di prima parte: assimilati sul piano normativo ai cookie tecnici se utilizzati direttamente dal titolare del Sito senza effettuare la profilazione dell’utente ma solo per raccogliere informazioni, in forma aggregata e anonima, sul numero degli utenti e su come questi visitano il Sito per finalità statistiche e per migliorare le performance del Sito.
    • Cookie Analitici di terza parte: sono messi a disposizione da soggetti terzi e vengono assimilati ai cookie tecnici se le terze parti non effettuano la profilazione dell’utente mediante l’utilizzo di strumenti idonei a ridurre il potere identificativo dei cookie (per esempio, mediante il mascheramento di porzioni significative dell’indirizzo IP) e senza incrociare le informazioni raccolte con altre di cui già dispongono.

      Per i cookie tecnici è richiesto il solo rilascio della Cookie Policy senza necessità di richiedere il consenso.
  • Cookie di profilazione di prima parte: installati dal titolare del trattamento dei dati personali per creare profili relativi all’utente al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione in rete. Data la loro particolare invasività nella sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana richiede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi, che esprima il proprio consenso e che venga effettuata la notifica la Garante della Privacy.
  • Cookie di profilazione di terza parte: usati da soggetti terzi che accedono alle informazioni in chiaro, quindi non in modalità anonima e aggregata, e li incrociano con altri dati già in loro possesso. Il Sito non ha un controllo diretto dei singoli cookie di terze parti e non può né installarli direttamente né cancellarli. L’utente è pertanto invitato a verificare sul sito della terza parte la relativa informativa relativa ai cookie. Per tali cookie la normativa prevede che l'utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi, che esprima il proprio consenso nonché che venga effettuata la notifica al Garante Privacy da parte del soggetto che utilizza i dati.

3.DURATA DEI COOKIE

I cookie hanno una durata dettata dalla data di scadenza o da un'azione specifica come la chiusura del browser impostata al momento dell’installazione. I cookie possono essere:

  • temporanei o di sessione: sono utilizzati per archiviare informazioni temporanee, consentono di collegare le azioni eseguite durante una sessione specifica e vengono rimossi dal computer alla chiusura del browser;
  • persistenti: sono utilizzati per archiviare informazioni, ad esempio il nome e la password di accesso, in modo da evitare che l'utente debba digitarli nuovamente ogni volta che visita un sito specifico. Questi rimangono memorizzati nel computer anche dopo aver chiuso il browser.

4.COOKIE INSTALLATI

I cookie presenti su questo Sito sono:

  • cookie tecnici necessari per il funzionamento del sito;
  • cookie di terza parte, che potrebbero effettuare attività di profilazione dell’utente anche all’insaputa del Titolare. Per maggiori informazioni si consiglia di consultare con attenzione le privacy policy dei singoli servizi sotto elencati.
    Di seguito l'elenco dei cookie di terza parte presenti su questo Sito:
    • Google Analytics con IP anonimizzato
      Google Analytics installa cookie per misurare le visite al Sito e gli eventuali acquisti effettuati ai fini di analisi. L’indirizzo IP degli utenti verrà anonimizzato. Per maggiori informazioni e per disattivare questi cookie, consultare la pagina: https://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
    • JPaneSliders
      Questo cookie di sessione viene utilizzato per visualizzare le informazioni in tab o pannelli (per esempio la pagina delle FAQ) per memorizzare quale pannello è rimasto aperto quando si lascia la pagina e ci si ritorna in futuro.
    • Cookieaccept
      Di tipo persistente, serve a memorizzare il consenso dell'utente all'utilizzo dei cookie.

5.MANIFESTAZIONE DEL CONSENSO

Alla prima visita del Sito l’utente visualizza automaticamente un banner, contenente sia il link alla presente informativa completa che la richiesta di manifestazione del consenso all’utilizzo dei cookie.

Il consenso può essere prestato dall’utente cliccando il tasto ACCETTO sul banner, effettuando azioni di scroll sulla pagina e/o accedendo ad altre sezioni del Sito cliccando su link presenti nella pagina web sottostante al banner stesso (azione conseguente).

6.COME DISABILITARE I COOKIE

L'utente può gestire le preferenze relative ai cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i cookie installati in passato, incluso il cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di cookie da parte di questo Sito.
Disabilitando tutti i cookie, il funzionamento di questo Sito potrebbe risultare compromesso.

L'utente può trovare informazioni e esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento dei cookie nel suo browser ai seguenti indirizzi:

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-IT/internet-explorer/delete-manage-cookies

Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH19214?locale=it_IT

Inoltre si può procedere alla cancellazione dei cookie chiedendo l'opt-out direttamente alle terze parti o tramite il sito http://www.youronlinechoices.com/it , dove è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari.

7.DIRITTI DEGLI UTENTI

L’Utente ha la facoltà in qualsiasi momento di esercitare i diritti riconosciuti dall'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 ed, in particolare, tra gli altri, di ottenere copia dei dati trattati, il loro aggiornamento, la loro origine, la finalità e la modalità del trattamento, la loro rettifica o integrazione, la loro cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco per i trattamenti in violazione di legge e di opporsi per motivi legittimi al trattamento.

Per esercitare tali diritti, scrivere al Titolare del trattamento dei dati Format s.a.s., via F. Cavallotti 6, 44021 Codigoro (FE) Italia, aiuto@formatsas.com

Le ulteriori informazioni riguardo al trattamento dei dati si possono trovare in questa pagina

Corsi per Medici

14
Ott
2020

14-10-2020 10:00 10:00 - 15-10-2020 16:30 16:30
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€200,00
ALIMENTAZIONE CONSAPEVOLE: LA MINDFUL EATING E LA SUA APPLICAZIONE NEI DISTURBI DELL’ALIMENTAZIONE E DELLA NUTRIZIONE  #ECM0620TN1410
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La mindfulness, pratica di consapevolezza, è sempre più utilizzata per migliorare l’autoregolazione. Le nuove evidenze scientifiche mostrano il potenziale di questo approccio anche in campo alimentare, sia in ambito clinico che di interventi di salute. Quando cominciamo a introdurre consapevolezza nel comportamento alimentare, cominciamo a porre attenzione a tutte le attività quotidiane dedicate al cibo: comprarlo, prepararlo, servirlo, mangiarlo, lavarlo e l'ambiente fisico e sociale in cui lo mangiamo. Questa pratica ci fa recuperare l’ascolto del nostro corpo, riconoscere e differenziare le sensazioni e i nostri bisogni imparando a sentirci soddisfatti e a saperci prendere cura di noi stessi. Il corso è un percorso formativo sull’utilizzo della pratica di consapevolezza nell’alimentazione; saranno spiegate e sperimentate alcune pratiche di meditazione capaci di dare risposte agli operatori del settore e non. Saranno presentate le ricerche scientifiche di evidenza della mindful eating e le loro implicazioni per l’utilizzo clinico di questa pratica nel trattamento psicoterapico dei disturbi dell’alimentazione e della nutrizione, in particolare nel discontrollo delle abbuffate, e nei pazienti che seguono un comportamento alimentare a regime restrittivo.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
€200,00 25
28
Mag
2020

28-05-2020 8:30 8:30 -13:30
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€125,00
BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0120TN2805
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM
  • Altro - Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€125,00 11
21
Mag
2020

21-05-2020 9:00 9:00 - 22-05-2020 17:30 17:30
Come riportato in Brochure
INFERMIERI AFFIANCATORI AL TRIAGE - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT2920TO2105
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La funzione di Triage necessita di operatori altamente qualificati che per svolgere il proprio operato devono acquisire competenze cliniche, organizzative, gestionali e relazionali specifiche. Come indicato in molte evidenze scientifiche sull’ argomento, in numerosi documenti regionali e, speriamo presto nelle nuove Linee di Indirizzo sul Triage, è fondamentale, dopo l’acquisizione di conoscenze teoriche specifiche, un periodo di lavoro sul campo in affiancamento con un tutor esperto così da poter sviluppare competenza specifica ovvero capacità di agire nell’ operatività coniugando la teoria con la pratica. Questo periodo di apprendimento sul campo deve avere requisiti temporali ed educativi adeguati. Il ruolo dell’infermiere affiancatore / tutor per i neofiti che si apprestano a svolgere l’attività di triage è fondamentale ed è rilevante per il raggiungimento di standard professionali accettabili. “Infermiere affiancatore / tutor in trage” non si può più improvvisare: l’esperienza operativa, importante requisito indispensabile, deve essere complementare a capacità educative e criteri chiari e condivisi, possibilmente definiti da uno specifico progetto formativo .
Il corso, rivolto agli infermieri esperti di triage che svolgono o intendono svolgere l’attività di infermieri affiancatori in triage, ai coordinatori, ai responsabili di funzione e ai referenti per la formazione, intende fornire conoscenze relative alla formazione sul campo e agli standard formativi previsti dal modello Globale. Oltre a ciò si intende realizzare un importante momento di confronto tra esperti a diverso titolo coinvolti in questa attività, per definire criteri comuni, discutere sulle principali criticità presenti nelle realtà operative ed individuare eventuali strategie di superamento delle stesse.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Esercitazioni pratiche
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Lezione frontale
  • Role playing
40
21
Apr
2020

21-04-2020 9:30 9:30 -16:30
€105,00
MIGLIORARE IL BENESSERE DEL PROFESSIONISTA SANITARIO PER LA PREVENZIONE DEL BURNOUT  #ECM2720TN2104
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso si pone lo scopo di sviluppare le competenze per migliorare il proprio benessere lavorativo e prevenire il burnout. Dopo un inquadramento generale dei fenomeni dello stress e del burnout, si sperimenteranno alcune tecniche per iniziare a gestire diverse tipologie di situazioni.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Lavori di gruppo
  • Role-playing
€105,00 17
30
Mar
2020

30-03-2020 8:45 8:45 - 31-03-2020 17:15 17:15
Come riportato in Brochure
IL TRIAGE GLOBALE NEL TRAUMA, ASPETTI CLINICI COSTRUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI PROTOCOLLI DI VALUTAZIONE #GFT2420TO3003
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il Trauma rappresenta una delle principali cause di accesso in pronto soccorso; anche in triage è necessario possedere le necessarie conoscenze
e competenze al fine di garantire tempi di trattamento adeguati alla situazione ed al rischio evolutivo. Il corso rivolto a tutti gli operatori del pronto soccorso che svolgono attività di triage o che, a diverso titolo, hanno responsabilità riguardo ad essa, vuole approfondire gli aspetti inerenti
l'accoglienza, la valutazione e la gestione in triage delle principali situazioni relative al trauma. Sviluppata una riflessione sui protocolli di valutazione in triage e la relativa metodologia di costruzione, il gruppo si eserciterà nella
formulazione di protocolli di triage sul trauma, confrontandosi poi sulla validità e l’applicabilità di quanto realizzato.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Analisi e discussione di casi e problemi
40
18
Mar
2020

18-03-2020 10:30 10:30 -16:30
ROVERETO (TN) - CASA DI SOGGIORNO SACRA FAMIGLIA -
ROVERETO (TN) - CASA DI SOGGIORNO SACRA FAMIGLIA -
Via Saibanti, 6, 38068 Rovereto TN, Italia
€30,00
L'INTERPRETAZIONE RAPIDA DELL'ELETTROCARDIOGRAMMA #SAC1120TN1803
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti gli elementi fondamentali per eseguire correttamente ed interpretare l'ECG ed offrire inoltre, a chi già conosce la materia, spunti di approfondimento.
Il corso è finalizzato quindi all'acquisizione di conoscenze elettrocardiografiche tali da permettere di identificare prontamente situazioni critiche e attivare precocemente interventi appropriati al caso specifico.

Destinatari

  • Medico (tutte le discipline) / Infermiere: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
€30,00 84
03
Mar
2020

03-03-2020 9:30 9:30 -16:30
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€75,00
LA GESTIONE DELLE EMOZIONI NELLA RELAZIONE D'AIUTO  #ECM0220TN0303
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La relazione d'aiuto, messa in atto dalle professioni sanitarie, presuppone un rilevante investimento emotivo. La gestione di queste emozioni, è una competenza che si può perfezionare con specifica formazione e riflessione sull'azione di cura.
Il corso si pone lo scopo di analizzare gli aspetti che compongono l'emozione per ampliare le possibilità di riconoscere i segnali di disagio propri e dell'assistito e poterli gestire con maggiore efficacia e appropriatezza.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: in fase di accreditamento

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
€75,00 23
28
Feb
2020

28-02-2020 8:45 8:45 -18:00
Come riportato in Brochure
RETRAINING SUL TRIAGE GLOBALE ED AGGIORNAMENTO SULLE LINEE GUIDA 2019 #GFT1820TO2802
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’evoluzione del Triage in Pronto Soccorso da quel primo DPR 27 Marzo 1992 è stata progressiva e continua, crescendo di pari passo con l’evoluzione della professione infermieristica. L’atto d’intesa Stato regioni del 1996 ha posto le basi per lo sviluppo di modelli di triage per lo più ancora sconosciuti in Italia in quel periodo. Le Linee Guida emanate nel 2001 che rappresentato un punto di svolta nel miglioramento del sistema di Triage infermieristico definiscono importanti aspetti di questa funzione e ancor oggi costituiscono un valido riferimento. Negli ultimi anni, con il progressivo sviluppo delle metodologie di valutazione, l’insorgenza di nuovi bisogni di salute, il progressivo invecchiamento della popolazione, l’aumento della complessità dei pazienti, è emersa la necessità di ridefinire nel dettaglio le modalità di triage, promuovendo la realizzazione di un modello uniforme e condiviso a livello nazionale. A questo si aggiunge la necessità di ridefinire il ruolo del professionista infermiere che svolge la funzione di triage e specificare criteri per un percorso formativo rigoroso. Nascono così queste nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero, approvate dalla conferenza Stato regione il 1/9/2019 e pubblicate sul sito del ministero della salute che esprimono la volontà della comunità professionale e delle istituzioni di indicare soluzioni organizzative funzionali alla gestione delle emergenze, orientate ai nuovi bisogni di salute della popolazione e in linea con le evidenze scientifiche più recenti. Contestualmente alle linee guida per il triage nascono anche quelle per l’OBI, con l’obiettivo di dare modalità uniformi per migliorare i processi di presa in carico in tempi brevi e l’appropriatezza dei ricoveri ospedalieri. Contemporaneamente a questi documenti sono state anche formulate le linee di indirizzo per lo sviluppo del piano di gestione del Sovraffollamento dei PS, che hanno l’obiettivo di suggerire strategie per la rilevazione e la gestione dei momenti di Overcrowding. Questo corso, oltre a costituire un importante occasione formativa di retraining sulla metodologia del Triage Globale (modello indicato dalle linee di indirizzo 2019 come adeguato per le realtà italiane), offre momenti di confronto tra i vari professionisti sulle reali difficoltà ad applicare nel concreto delle realtà operative quanto previsto in letteratura. La dettagliata descrizione di quanto contenuto nelle nuove linee di indirizzo sul triage intraospedaliero 2019, dei punti essenziali dei documenti OBI e piano per il sovraffollamento, seguiti da esercitazioni sul nuovo sistema di codifica a 5 livelli di priorità, permetterà l’acquisizione di competenza su questi importanti specifiche questioni.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • vedi brochure
40
30
Gen
2020

30-01-2020 8:30 8:30 - 01-02-2020 14:00 14:00
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
vedi brochure
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1520TO3001
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: 30 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 30 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 30 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 30 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€250,00 50
20
Gen
2020

20-01-2020 0:00 - 31-12-2020 23:55 23:55
vedi brochure
HANDBOOK DELL'URGENZA IN MEDICINA #FAD9520NZ2001
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La V edizione dell’Handbook dell’Urgenza in Medicina mantiene il suo scopo di rapido aggiornamento e facile consultazione per gli operatori sanitari dei servizi di emergenza-urgenza.
L’intento è di fornire schede sulle principali patologie dell’urgenza e facilitare gli interventi farmacologici. A tale scopo al fondo del manuale è presente una scheda che riporta in grassetto i farmaci indicati nella parte sistematica sulle patologie. Le schede farmacologiche forniscono indicazioni su forma farmaceutica, indicazioni, dosaggi, controindicazioni, precauzioni, effetti collaterali, interazioni farmacologiche ed indicazioni per l’utilizzo nella donna in gravidanza.

Destinatari

  • Infermiere: 30 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 30 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 30 crediti ECM
  • Farmacista Farmacia Ospedaliera: 30 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
€50,00 478
01
Gen
2020

01-01-2020 1:00 1:00 - 31-12-2020 23:00 23:00
€52,00
MODELLI ORGANIZZATIVI IN AMBITO OSPEDALIERO - INNOVARE CON L'INTENSITA' DI CURA E LA COMPLESSITA' ASSISTENZIALE #FAD5920TN0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il tema dell'intensità delle cure e della complessità assistenziale è piuttosto recente, sia nel dibattito scientifico che manageriale e professionale e come tale presenta diverse possibilità interpretative e differenti 'mondi di senso'.
In questo contributo si tenta di dare voce a tutte queste possibilità, tenendo conto delle diverse 'visioni'. Il punto di partenza, è quello organizzativo, degli ospedali che cambiano, da una logica 'tradizionale', verticale, per specialità; a una innovativa, orizzontale, per bisogni diversificati.
Si vuole evidenziare come il cambiamento sia filosofico-culturale e come coinvolga organizzazioni e professionisti.
Nella prima parte, si inizierà dall'analisi dei principali modelli teorici sui meccanismi e principi di funzionamento delle organizzazioni, e si proseguirà fornendo elementi interpretativi sull'ospedale per intensità di cura/complessità assistenziale. Nella seconda parte, l'attenzione è posta ai modelli applicativi, agli strumenti e alle esperienze in essere nel nostro Paese.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 15 crediti ECM

Metodologia Didattica

    Il corso si basa esclusivamente sullo studio del libro (in formato cartaceo oppure e-book) "Modelli organizzativi in ambito ospedaliero - innovare con l'intensità di cura e la complessità assistenziale" - Pennini A. Edito da McGraw-Hill Education, 2015".
    I quiz finali fanno parte integrante del corso e sono concepiti con la duplice funzione di riassumere – far ricordare i contenuti del testo e di verificarne l’apprendimento.
€52,00 500
01
Gen
2020

01-01-2020 1:00 1:00 - 31-12-2020 23:00 23:00
Quota standard: € 30,00 / In convenzione: € 25,00
FUNZIONI DEL COORDINATORE PER LA PROMOZIONE DI ESITI POSITIVI DELLE CURE E RIDUZIONE DEGLI ESITI AVVERSI #FAD7320TN0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso propone un approfondimento sulle funzioni del coordinatore per assicurare,
mantenere e migliorare la sicurezza e la qualità delle cure, con particolare riferimento alla promozione di esiti positivi delle cure e alla riduzione degli esiti avversi e delle cure mancate.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Analisi di casi e problemi
€30,00 499
01
Gen
2020

01-01-2020 1:00 1:00 - 31-12-2020 23:00 23:00
Quota standard: € 30,00 / In convenzione: € 25,00
LA FUNZIONE DI COORDINAMENTO: METODI E STRUMENTI DI MANAGEMENT #FAD7420TN0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L'attività di coordinamento in campo sanitario prevede l'utilizzo di strumenti pratici, che possono essere classificati come tangibili e intangibili a seconda della loro appartenenza all'ambito del management o della leadership. In questo corso l'approfondimento è sugli strumenti del management, con particolare riferimento all'uso efficace delle risorse, alla produttività e alla gestione dei cambiamenti.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Analisi di casi e problemi
€30,00 499
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 0:00
€25,00
CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI  #FAD9220NZ0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Le conoscenze “scientifiche” che si acquisiscono riguardano concetti di base sui microrganismi, lieviti, batteri lattici, muffe, sul loro ruolo nell’alimentazione, nelle trasformazioni dei prodotti alimentari utili (vino, yogurt, pane, ecc.) e nocive (inappetibilità, marcescenza, tossicità, ecc.) e nella conservazione - sono integrabili nel contesto delle esperienze quotidiane.
L’eliminazione dei microrganismi e` affidata all’assunzione di farmaci e a pratiche di disinfezione (attuate anche con pesticidi, laddove frequentemente i parassiti delle piante sono considerati microrganismi), ma sono fondamentali anche le pratiche di prevenzione attuate sia attraverso l’igiene del personale e degli alimenti sia attraverso le svariate tecniche di conservazione degli alimenti.
Il corso si prefigge di affrontare nel dettaglio le conservazioni attuate a far si che un alimento non si deteriori e possa durare più a lungo in una situazione di sicurezza igienica affinchè non si possa instaurare una patologia a danno del nostro organismo.
Le basse temperature di conservazione rappresentano un freno alla crescita microbica: lo sviluppo della gran parte dei microrganismi è rallentato al di sotto dei 4 °C. E` buona norma igienica quindi porre tutti gli alimenti deperibili in frigorifero subito dopo l’acquisto, dove è possibile togliere anche l’involucro più esterno che è stato manipolato più volte. Anche gli alimenti cotti devono essere fatti raffreddare rapidamente e poi posti in frigorifero. La refrigerazione rappresenta uno dei cardini fondamentali per la conservazione degli alimenti: la maggior parte delle tossinfezioni alimentari si verificano per una cattiva conservazione degli alimenti a livello casalingo.
Lo scongelamento è un altro punto fondamentale per l’igiene in cucina. L’alimento che è stato congelato in freezer ha una maggiore delicatezza rispetto all’alimento non conservato perchè la struttura cellulare, alcune volte, può essere parzialmente danneggiata con fuoriuscita di liquido endocellulare. Quindi i microrganismi che sono presenti (molti sopravvivono durante il congelamento, restando quiescenti) nel momento in cui l’alimento è scongelato possono ricominciare a riprodursi, disponendo di abbondanti nutrienti liberati dalla lisi cellulare. Se l’alimento scongelato rimane a temperatura ambiente anche per un breve periodo, puo` essere sede di una rapida proliferazione microbica.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Dietista: 5 crediti ECM
  • Farmacista Farmacia Ospedaliera: 5 crediti ECM
  • Assistente Sanitario: 5 crediti ECM
  • Biologo: 5 crediti ECM
  • Tecnico Sanitario Laboratorio Biomedico: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
€25,00 497
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 0:00
€25,00
CONTAMINAZIONI ALIMENTARI  #FAD9020NZ0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La trasformazione che i microbi operano sugli alimenti può avere conseguenze negative per il nostro organismo: possono cioè essere ingeriti microrganismi o loro metaboliti che causano malattia. Questo accade spesso negli alimenti se non sono ben conservati e se non si rispettano le normali norme igieniche del personale che manipola gli alimenti per trasformarli, cuocerli e servirli sulla nostra tavola.
Negli alimenti che consumiamo sono normalmente presenti quantità più o meno elevate di microrganismi.
Gli alimenti sterili, o quasi, costituiscono poche eccezioni; fra essi ci sono quelli trattati ad alte temperature, in modo che rimangano stabili per un lungo periodo di tempo. Cio` non esclude che i microrganismi sopravvissuti, posti in condizioni favorevoli, possano di nuovo riprodursi.
I microrganismi che si trovano nei vari tipi di alimenti costituiscono, da un punto di vista biologico, una comunità in evoluzione che si riproduce modificando il substrato su cui crescono creando una situazione favorevole anche per la crescita di microrganismi di altre specie.
Questo processo porta a lungo andare al deterioramento dell’alimento che, anche nei casi in cui non diventa pericoloso, non e` piu` comunque edibile a causa dei cattivi odori e dei sapori alterati, provocati proprio dal metabolismo microbico.
Ma sugli alimenti possono essere presenti anche microrganismi patogeni che, in determinate condizioni, possono riprodursi e indurre malattie.
Nella microbiologia alimentare la flora microbica viene divisa in tre grandi gruppi a seconda del significato igienico-sanitario che riveste:
1 - flora microbica saprofitariache: propria dell’alimento, e` costituita da microrganismi che non creano pericoli per la salute del consumatore ma che si riproducono nell’alimento e a lungo andare ne possono causare il deterioramento, infatti sin dai tempi più antichi l’uomo ha adottato vari tipi di trattamenti come la cottura, la salagione, l’essiccamento in modo tale che questo possa essere conservato il piu` a lungo possibile e quindi possa essere consumato anche non nell’immediato.
2 – flora microbica patogena: l’alimento puo` diventare pericoloso per la salute del consumatore. Si devono adottare misure di sicurezza igieniche per prevenire la contaminazione e poi la riproduzione di questi germi.
3 – indicatori: si tratta di microrganismi molto abbondanti in natura che si trovano soprattutto in ambienti contaminati da deiezioni derivanti dagli animali o dall’uomo. La presenza di questi microrganismi rappresenta quindi un campanello d’allarme perche´ il loro rilevamento segnala il rischio della possibile presenza dei patogeni e quindi la possibilità di contrarre malattia in seguito al consumo di quell’alimento.
Nel corso si affronteranno in dettaglio le varie patologie che si possono contrarre quando un alimento si deteriora.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Dietista: 5 crediti ECM
  • Farmacista Farmacia Ospedaliera: 5 crediti ECM
  • Assistente Sanitario: 5 crediti ECM
  • Biologo: 5 crediti ECM
  • Tecnico Sanitario Laboratorio Biomedico: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
€25,00 499
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 0:00
€25,00
I MICRORGANISMI  #FAD8920NZ0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il termine “microrganismi” è spesso associato, soprattutto a qualcosa di negativo e di pericoloso. Nel mondo in cui viviamo i microrganismi sono estremamente diffusi a cominciare da quelli presenti nel nostro corpo, negli alimenti che mangiamo e negli ambienti che frequentiamo. Da un punto di vista biologico i microrganismi costituiscono la maggior parte della massa vivente del nostro pianeta, anche se sono talmente minuscoli da non essere visibili.
I microrganismi condizionano tutte le funzioni vitali che si svolgono in qualunque ambiente perché hanno rapidità e facilità di riproduzione.
Quando si pensa ai batteri subito la mente ci conduce a collegarli alle malattie (batteri cosiddetti patogeni), ma ciò è errato perché tra i miliardi di batteri che popolano la terra compresi i suoi abitanti, piante, animali ed esseri umani, i batteri patogeni, per fortuna, sono solo un’eccezione.
L’organo più esteso del corpo, cioè la cute esterna e le mucose interne è popolato di batteri che sono definiti batteri saprofiti o commensali (questi batteri si siedono alla stessa tavola dell’uomo, e sono dunque batteri amici) o flora batterica esogena (esterna) e endogena (interna).
Il corso ha lo scopo di fornire al corsista le conoscenze di base, sia teoriche sia pratiche, sui microrganismi, virus, batteri, funghi, lieviti, d’interesse alimentare.
I microrganismi, onnipresenti e invisibili, indispensabili e pericolosi sono oggetto di molte discussioni e proprio perché invisibili stimolano interesse perché così piccoli eppure tanto dannosi, ma anche tanto utili.
Come vedremo, nello svolgimento del corso, i microrganismi possono essere anche molto utili all’uomo e all’ambiente in cui viviamo proprio perchè grazie a loro sono svolti molti processi metabolici fondamentali per la vita degli esseri viventi.
Il corso si propone inoltre di fornirne una panoramica sulla struttura cellulare di questi microrganismi, sulla loro replicazione e sulle loro condizioni di sopravvivenza.
Infine, il corso si propone di fornire gli strumenti necessari per la comprensione delle strategie adottate dai microrganismi per lo sviluppo, la crescita e la sopravvivenza.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Dietista: 5 crediti ECM
  • Farmacista Farmacia Ospedaliera: 5 crediti ECM
  • Assistente Sanitario: 5 crediti ECM
  • Biologo: 5 crediti ECM
  • Tecnico Sanitario Laboratorio Biomedico: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
€25,00 497
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 0:00
€25,00
COTTURA DEGLI ALIMENTI  #FAD9120NZ0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso si propone di effettuare una panoramica sulle diverse metodiche di cottura che sono fondamentali per la distruzione dei microrganismi patogeni, ma si devono rispettare le giuste temperature, come vedremo nel corso, affinchè non si distruggano le proprietà organolettiche e nutrizionali dell’alimento che si deve cuocere.
Tra le tecnologie applicate agli alimenti il trattamento termico e` sicuramente quello che da sempre piu` utilizzato per assicurare la morte dei microrganismi e maggiore sicurezza igienica. La gran parte dei microrganismi è inattivata a una temperatura di circa 60 °C per mezz’ora (la classica temperatura di pastorizzazione) o a temperature più alte per tempi piu` brevi; solo i germi capaci di produrre spore (ad es. funghi) necessitano di temperature ancora più elevate.
E` importante tener presente che la bonifica termica deve essere ben condotta (con un effettivo controllo dei tempi e delle temperature applicate) per avere il suo effetto. Nel momento in cui si tratta un alimento al calore, ad esempio nelle conserve, bisogna tener presente che ci sono microrganismi resistenti, soprattutto gli sporigeni, per cui le temperature devono raggiungere dei valori elevati, dai 90 °C ai 120 °C per tempi anche lunghi. Una delle forme piu` elevate di resistenza termica conosciuta e` quella del Clostridium thermosfactum (un batterio particolare che necessita di temperature tra 90° e 120° per essere distrutto): per assicurare la sua bonifica e` necessario un trattamento a 120 °C per 45 minuti. Quando si applica un trattamento termico a un alimento bisogna tener conto anche della sua struttura e soprattutto assicurarsi che la temperatura idonea arrivi fino al cuore del prodotto.
Come vedremo, nel corso, è fondamentale la temperatura, ma anche il suo mantenimento per tempi lunghi. Se l’alimento e` caldo, cioe` e` stato sottoposto a cottura, deve essere consumato subito oppure mantenuto a temperatura elevata (al di sopra dei 60 °C) fino al momento (non troppo lungo) del consumo, per assicurarsi che non ci sia la possibilita` per i microrganismi eventualmente vitali di riprodursi.
Infatti, dobbiamo sempre tener presente che se lasciamo un alimento cotto a temperatura ambiente (> 20°) i microrganismi pervenuti dall’ambiente dopo la cottura, o quelli sopravvissuti, hanno la possibilita` di moltiplicarsi causando un deterioramento, o infezioni. In un alimento ricontaminato dopo cottura i microrganismi si riproducono più velocemente perché non c’è antagonismo da parte di altra flora microbica e da un certo punto di vista diventano più pericolosi dell’alimento non trattato.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 5 crediti ECM
  • Dietista: 5 crediti ECM
  • Farmacista Farmacia Ospedaliera: 5 crediti ECM
  • Assistente Sanitario: 5 crediti ECM
  • Biologo: 5 crediti ECM
  • Tecnico Sanitario Laboratorio Biomedico: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
€25,00 499
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 23:55 23:55
Quota standard: € 25,00 / In convenzione: € 20,00
STIMOLAZIONE COGNITIVA, COME FAVORIRE LE CAPACITÀ RESIDUE NELLA DEMENZA #FAD3120NZ0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una sempre maggiore sensibilità e diffusione dell’approccio non farmacologico nel trattamento delle demenze, con un conseguente aumento delle tecniche di stimolazione cognitiva. L’obiettivo è mantenere la mente attiva ed impegnata ri-attivandola con un percorso altamente personalizzato, da affiancare al trattamento farmacologico e ad altri interventi psico-sociali. L’intervento può essere strutturato in modo individuale o di gruppo, con carta e matita o al computer, a domicilio o in istituzioni. A fronte dell’esigenza e dell’importanza di intervenire nella demenza, per migliorare il quadro cognitivo, comportamentale, funzionale ed emotivo della persona con demenza e rallentare il decorso della malattia e ritardare l’istituzionalizzazione, si pone la necessità di disporre di protocolli di intervento strutturati e validati (Pradelli et al., 2008).
Il corso propone un percorso per sviluppare competenze e strategie per assistere persone affette da deterioramento cognitivo e migliorare o mantenere le risorse cognitive residue. Lo studio delle funzioni cognitive viene abbinato a esercitazioni pratiche per apprendere modalità specifiche di intervento. Ci si propone di sviluppare una conoscenza di base dei principali disturbi cognitivi e l'acquisizione di competenze pratiche nella stimolazione diretta delle funzioni cognitive con la finalità di ridurre l'impatto dei deficit cognitivi migliorando quindi la qualità di vita sia della persona direttamente colpita dalla patologia che del caregiver. Le attività si concretizzano nella stimolazione di funzioni cognitive (memoria, attenzione, orientamento personale, abilità linguistiche e prassiche) con l’obiettivo principale di rafforzare le informazioni di base, la storia personale e, attraverso specifici esercizi, potenziare le abilità residue di cui l’anziano dispone e che spesso rimangono inutilizzate e sottostimate.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 5 crediti ECM
  • Infermiere: 5 crediti ECM
  • Fisioterapista: 5 crediti ECM
  • Educatore Professionale: 5 crediti ECM
  • Logopedista: 5 crediti ECM
  • Terapista Occupazionale: 5 crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: 5 crediti ECM
  • Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Analisi di casi e problemi
€25,00 496
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 0:00
€25,00
INTELLIGENZA EMOTIVA E MINDFULNESS NEI CONTESTI ORGANIZZATIVI #FAD8720NZ0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Recenti studi sostengono che lo sviluppo dell’intelligenza emotiva accresce il benessere: Goleman, principale esponente di queste ricerche, attribuisce alcuni comportamenti tipici (tendenza all’isolamento, insuccessi lavorativi, fenomeni di aggressività, stress/mobbing, dipendenze) ad un diffuso analfabetismo emozionale, che segnala l’importante bisogno di accrescere la consapevolezza e la gestione del proprio mondo emotivo.
Anche in ambienti di lavoro è possibile promuovere l’intelligenza emotiva, sviluppando competenze sociali, emotive, morali, che aiutano la persona a scegliere e coltivare direzioni personali e professionali soddisfacenti, centrate su valori importanti, senza dipendere da condizionamenti esterni, o senza dovervi rinunciare per difficoltà come scarsa autostima, ansia e conflitti.
Questo corso di formazione è pertanto finalizzato a sostenere le persone che lavorano in contesti organizzativi anche complessi e critici, verso scelte emotivamente intelligenti, attraverso la mindfulness. Il corso si propone di guidare i partecipanti alla comprensione pratica e teorica delle diverse emozioni, anche spiacevoli come rabbia, paura, tristezza o vergogna, attraverso la mindfulness, nell’ottica di impiegare successivamente questi stessi strumenti come canale di comunicazione e di intervento al lavoro.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Corso di formazione a distanza
€25,00 495
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 23:00 23:00
€25,00
AGGRESSIONI E ATTI DI VIOLENZA SUGLI OPERATORI SANITARI: PREVENIRLI E GESTIRLI #FAD8620NZ0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Gli operatori sanitari durante l’attività lavorativa possono subire atti di violenza, problema riconosciuto a livello internazionale. Le conseguenze di un’aggressione investono l’ambito economico, psicologico e deontologico.
La gestione e la prevenzione della violenza diventa una competenza sempre più necessaria sia per la tutela della propria salute sia per la sicurezza personale e organizzativa.
La finalità del corso consiste nel dare agli operatori strumenti tecnici utili a prevenire gli atti, indicando misure che consentano l’eliminazione o riduzione delle condizioni di rischio presenti e l’acquisizione di competenze nel valutare e gestire tali eventi quando accadono.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • corso FAD
€25,00 497
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 23:00 23:00
Quota standard: € 30,00 / In convenzione: € 25,00
IL COORDINATORE DELLE PROFESSIONI SANITARIE E LA DELEGA EFFICACE #FAD7520TN0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Lo scopo del progetto formativo è quello di aggiornare e approfondire le conoscenze per affrontare la delega in modo efficace. Se consideriamo che l'essenza del management è quella di raggiungere obiettivi tramite altre persone, è centrale il tema di come farlo, cioè come delegare efficacemente attività e/o responsabilità. Chi ha funzioni manageriali si trova frequentemente a vivere il 'dilemma della delega', ovvero: se è opportuno delegare, a chi farlo, come farlo. In questo corso si analizzeranno le motivazioni della delega, oltre che le modalità e gli strumenti per pianificare e gestire il processo di delega in maniera efficace.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Analisi di casi e problemi
€30,00 499
01
Gen
2020

01-01-2020 0:00 - 31-12-2020 23:55 23:55
Quota standard: € 30,00 / In convenzione: € 25,00
LA FUNZIONE DI COORDINAMENTO: METODI E STRUMENTI DI LEADERSHIP #FAD7620TN0101
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L'attività di coordinamento in campo sanitario prevede l'utilizzo di strumenti pratici, che possono essere classificati come tangibili e intangibili a seconda della loro appartenenza all'ambito del management o della leadership. In questo corso l'approfondimento è sugli strumenti della leadership, con particolare riferimento all'atteggiamento proattivo, alle relazioni professionali produttive ed efficaci e alla negoziazione.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Studio dei documenti pubblicati sulla piattaforma FAD
  • Analisi di casi e problemi
€30,00 499
11
Dic
2019

11-12-2019 8:30 8:30 - 13-12-2019 17:00 17:00
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
vedi brochure
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1519RN1112
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: 30 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 30 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 30 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 30 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€280,00 50
28
Nov
2019

28-11-2019 8:45 8:45 - 29-11-2019 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
Evento gratuito
IL TRIAGE GLOBALE NEL TRAUMA. ASPETTI CLINICI COSTRUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI PROTOCOLLI DI VALUTAZIONE - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT2419RN2811
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il Trauma rappresenta una delle principali cause di accesso in pronto soccorso; anche in triage è necessario possedere le necessarie conoscenze
e competenze al fine di garantire tempi di trattamento adeguati alla situazione ed al rischio evolutivo. Il corso rivolto a tutti gli operatori del pronto soccorso che svolgono attività di triage o che, a diverso titolo, hanno responsabilità riguardo ad essa, vuole approfondire gli aspetti inerenti
l'accoglienza, la valutazione e la gestione in triage delle principali situazioni relative al trauma. Sviluppata una riflessione sui protocolli di valutazione in triage e la relativa metodologia di costruzione, il gruppo si eserciterà nella
formulazione di protocolli di triage sul trauma, confrontandosi poi sulla validità e l’applicabilità di quanto realizzato.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Analisi e discussione di casi e problemi
50
28
Nov
2019

28-11-2019 8:30 8:30 - 29-11-2019 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE, LA COMUNICAZIONE, GLI ASPETTI RELAZIONALI E LA GESTIONE DELLO STRESS AL TRIAGE. (CORSO 1°LIVELLO) - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT0819RN2811
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nel Triage si è quotidianamente chiamati a dover gestire situazioni
caratterizzate dalla presenza di sentimenti ed emozioni “forti” proprie e degli altri: collera, impazienza, frustrazione, impotenza, paura…
Il tempo che incalza, le richieste pressanti, il contatto con il dolore e la sofferenza, i ritmi di lavoro serrati che non permettono di “staccare” emotivamente, sono tutte variabili che se non gestite possono penalizzare l’equilibrio emotivo del personale.
La comunicazione interpersonale si fa spesso difficile, a volte
conflittuale, fonte di ansia e nervosismo e questo spesso genera
stress. Se lo stress è prolungato i rapporti fra personale ospedaliero, pazienti e parenti si inaspriscono e a risentirne sono il proprio equilibrio emotivo e l’immagine di tutta l’azienda.
In tali condizioni diventa allora indispensabile possedere delle
specifiche abilità per proteggere il proprio equilibrio emotivo.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Role playing
€212,00 50
19
Nov
2019

19-11-2019 8:00 8:00 -13:00
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€125,00
BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0119TN1911
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM
  • Altro - Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€125,00 1
04
Nov
2019

04-11-2019 8:45 8:45 - 05-11-2019 17:15 17:15
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
Evento gratuito
IL TRIAGE GLOBALE. ASPETTI LEGALI E GIURISPRUDENZA – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT0219TO0411
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nell’attività sanitaria, notevole importanza assumono gli aspetti inerenti la responsabilità professionale e gli aspetti legali. Anche per quanto riguarda l’attività di triage vi è notevole attenzione a queste problematiche ed ultimamente iniziano ad essere presenti i primi casi giurisprudenziali.
Il corso sugli aspetti legali offre ai professionisti del settore una opportunità per acquisire o affinare conoscenze riguardanti le principali problematiche inerenti la responsabilità professionale
nell’emergenza-urgenza e l’attività di Pronto Soccorso con particolare attenzione alle specificità del triage. L’analisi ed il confronto tra esperti e professionisti operanti sul campo relativamente alla casistica giurisprudenziale e l’analisi di alcune
situazioni critiche permetteranno inoltre di definire concretamente criteri utili a guidare la pratica professionale secondo requisiti di sicurezza per operatori, responsabile e pazienti.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Confronto/dibattito
50
25
Ott
2019

25-10-2019 9:00 9:00 -13:15
Evento gratuito
TECNOLOGIA PER L’ANZIANO: NUOVE OPPORTUNITÀ PER LA DIGNITÀ E IL BENESSERE DELLE PERSONE #BON0119TV2510
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’aumento esponenziale della popolazione anziana, insieme alla crescita di condizioni di fragilità, di patologie croniche, di progressiva non autosufficienza nelle funzioni di vita quotidiana, ha comportato un profondo cambiamento dei bisogni assistenziali. L’Istat informa che in Italia un anziano su due soffre di almeno una malattia cronica grave, o è multi cronico, ed il 23,1% degli anziani ha gravi limitazioni motorie. La grave riduzione di autonomia personale riguarda oltre un anziano su dieci.
In questi anni le tecnologie assistive (telemedicina, servizi di assistenza in remoto, robotica) hanno registrato enormi sviluppi sia nella ricerca sia nella sperimentazione, favorendo un abbattimento dei costi di assistenza e una crescente personalizzazione delle soluzioni ed una loro integrazione.
Invece, per quanto riguarda l’anziano autosufficiente si è diffusa un’alfabetizzazione digitale che già oggi interessa percentuali significative di over sessantacinquenni e che fa presupporre una sempre maggiore dimestichezza degli anziani di domani (2.0) con la tecnologia.
Il convegno “L’anziano e la sfida delle nuove tecnologie. Dignità, benessere, piacere” intende offrire alcuni spunti e soluzioni tecnologiche in grado di supportare l’assistenza e la cura.

Destinatari

  • Logopedista: 4 crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: 4 crediti ECM
  • Infermiere: 4 crediti ECM
  • Fisioterapista: 4 crediti ECM
  • Educatore Professionale: 4 crediti ECM
  • Terapista Occupazionale: 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 4 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
100
10
Ott
2019

10-10-2019 8:30 8:30 - 11-10-2019 17:30 17:30
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
vedi brochure
INFERMIERI AFFIANCATORI AL TRIAGE - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT2919TO1010
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La funzione di Triage necessita di operatori altamente qualificati che per svolgere il proprio operato devono acquisire competenze cliniche, organizzative, gestionali e relazionali specifiche. Come indicato in molte evidenze scientifiche sull’ argomento, in numerosi documenti regionali e, speriamo presto nelle nuove Linee di Indirizzo sul Triage, è fondamentale, dopo l’acquisizione di conoscenze teoriche specifiche, un periodo di lavoro sul campo in affiancamento con un tutor esperto così da poter sviluppare competenza specifica ovvero capacità di agire nell’ operatività coniugando la teoria con la pratica. Questo periodo di apprendimento sul campo deve avere requisiti temporali ed educativi adeguati. Il ruolo dell’infermiere affiancatore / tutor per i neofiti che si apprestano a svolgere l’attività di triage è fondamentale ed è rilevante per il raggiungimento di standard professionali accettabili. “Infermiere affiancatore / tutor in trage” non si può più improvvisare: l’esperienza operativa, importante requisito indispensabile, deve essere complementare a capacità educative e criteri chiari e condivisi, possibilmente definiti da uno specifico progetto formativo .
Il corso, rivolto agli infermieri esperti di triage che svolgono o intendono svolgere l’attività di infermieri affiancatori in triage, ai coordinatori, ai responsabili di funzione e ai referenti per la formazione, intende fornire conoscenze relative alla formazione sul campo e agli standard formativi previsti dal modello Globale. Oltre a ciò si intende realizzare un importante momento di confronto tra esperti a diverso titolo coinvolti in questa attività, per definire criteri comuni, discutere sulle principali criticità presenti nelle realtà operative ed individuare eventuali strategie di superamento delle stesse.

Destinatari

  • Infermiere: 18 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 18 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 18 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 18 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Esercitazioni pratiche
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Lezione frontale
  • Role playing
40
20
Set
2019

20-09-2019 10:45 10:45 - 21-09-2019 15:30 15:30
BOLZANO (BZ) - FOUR POINTS BY SHERATON BOLZANO
BOLZANO (BZ) - FOUR POINTS BY SHERATON BOLZANO
Via Bruno Buozzi, 35, 39100 Bolzano BZ, Italia
€480,00
INTERNATIONAL CONGRESS ON ADVANCES IN MEDICAL THERAPY IN CARDIOLOGY #TYR0119BZ2009
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Acute coronary syndrome, atrial fibrillation, dyslipidaemias and advanced heart failure are medical problems increasingly absorbing a significant amount of resources all over the world and their treatment is rapidly evolving.
Aside to the intensified resort to mechanic revascularisations procedures (i.e. percutaneous coronary intervention), and to electrophisiological ablation procedures, many antiplatelet, anticoagulant and lipid lowering drugs have been developed in the last years. The new agents offer great opportunities in patients' treatment, but their use is still conflicting in the different settings. Furthermore, doctors encounter daily clinical situations, where the use of these drugs are not clearly codified and remains uncertain.
Recently an increased attention to out of hospital treatment of chronic heart failure has been promoted in order to reduce rehospitalisations. Guidelines have been repeatedly updated and should be continuosly explained in detail in order to facilitate its application in daily clinical practice.
Antiplatelet, anticoagulant, lipid lowering and heart failure therapies play a central role in modern cardiology and proper knowledge of their indication should be part of every physician's expertise.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Cardiochirurgia: 10 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Cardiologia: 10 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
€480,00 27
25
Mag
2019

25-05-2019 9:00 9:00 -13:00
PIEVE DI CORIANO (MN) - OSPEDALE PIEVE DI CORIANO
PIEVE DI CORIANO (MN) - OSPEDALE PIEVE DI CORIANO
Via Bugatte, 1, 46020 Pieve di Coriano MN, Italia
Iscritti OPI Mantova: € 15,00
Iscritti altri OPI: € 50,00
Studenti: € 15,00
MEDICAZIONI AVANZATE  #OPI1619MN2505
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso si prefigge di aggiornare le conoscenze e sviluppare competenze per riconoscere le varie fasi di lesione e per individuare quale tipologia di medicazione sia più idonea in riferimento alla fase di lesione.

Destinatari

  • Infermiere: 4,3 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 4,3 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 4,3 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
€50,00
23
Mag
2019

23-05-2019 9:00 9:00 -14:00
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€125,00
BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0119TN2305
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM
  • Altro - Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€125,00
06
Mag
2019

06-05-2019 9:00 9:00 - 07-05-2019 17:15 17:15
vedi brochure
TRIAGE E MULTICULTURA – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT2219TO0605
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il Triage è una fase delicata già per i pazienti italiani, poiché l'ingresso in PS è di solito accompagnato da preoccupazione e sofferenza correlate al proprio problema di salute, che talvolta viene soggettivamente vissuto come molto grave. Il paziente straniero, rispetto a quello italiano, oltre al problema di salute, deve affrontare anche altre difficoltà: linguistiche, culturali e talvolta anche timore di denuncia perché irregolare. L'infermiere di triage, d'altra parte, non può ovviamente disporre di plurali competenze linguistiche e culturali. Tra l'altro le Organizzazioni Sanitarie sono tendenzialmente in ritardo rispetto a questa problematica. La complessità e la grande responsabilità connesse alla funzione di triage sono quindi accresciute di fronte al paziente straniero. In questa fase delicata, in cui inizia il processo di cura in PS possono generarsi conflitti correlati alle diversità che ostacolano o inibiscono un'adeguata presa in carico della persona ed aumentano il carico emotivo e di lavoro dell'operatore talvolta compromettendone la sua operatività, trasformando quindi l'incontro in uno scontro. Il nursing transculturale è un importante modello di approccio al problema, ma risulta di difficile applicazione in Triage, dove l'infermiere vive una situazione particolare, dettata da tempistiche ristrette, ritmi frenetici e un grande afflusso di pazienti. Molti sono gli studi e le iniziative formative che si occupano della dicotomia paziente straniero e Servizi sanitari, ma nessuno di essi ha posto l'attenzione specificamente sulla realtà del Triage. Da queste premesse nasce la necessità di indagare le criticità e le difficoltà vissute dagli operatori e dall'utente immigrato in sede di Triage per individuare strategie di superamento delle stesse. Il corso pone l'attenzione su alcuni elementi importanti della relazione di cura tra professionista ed utente straniero fornendo elementi di riflessione tali da poter elaborare percorsi di soluzione e iniziative atte a migliorare la qualità dell'assistenza erogata e ridurre lo stress lavorativo. L'argomento verrà affrontato sotto molteplici aspetti: la normativa specifica e la deontologia saranno oggetto del primo momento di confronto; verranno poi analizzati alcuni concetti antropologici tra cui l’ approccio con “l’ altro”, il concetto di salute - malattia e l’ accesso ai Servizi sanitari nelle diverse culture. Il confronto diretto con alcuni rappresentanti delle principali etnie presenti in Italia e col presidente di una associazione multietnica di mediatori culturali, permetterà ai professionisti di confrontarsi con il vissuto della persona straniera e comprendere le motivazioni di alcuni comportamenti e situazioni, che possono compromettere una corretta presa in carico dell’ utente al triage. Un approccio culturalmente competente ed attento anche al rispetto dei “diritti” dell’ operatore garantirà una migliore qualità del triage per persona assistita ed operatore sanitario.

Destinatari

  • Infermiere: 18 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 18 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 18 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 18 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Role playing
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Analisi e discussione di casi e problemi
€212,00 50
08
Apr
2019

08-04-2019 9:00 9:00 - 10-04-2019 17:00 17:00
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
vedi brochure
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1519TO0804
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: 30 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 30 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 30 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 30 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€280,00 50
26
Feb
2019

26-02-2019 10:00 10:00 - 01-03-2019 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
vedi brochure
CORSO DI FORMAZIONE PER FORMATORI DI TRIAGE IN PRONTO SOCCORSO SECONDO IL MODELLO DEL TRIAGE GLOBALE #GFT0119RN2602
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il triage è ormai divenuta una delle normali funzioni dell’attività di Pronto Soccorso, il mondo professionale ha in molte realtà sviluppato elevati livelli di competenza su questo argomento e molti sono i professionisti che sono in possesso di capacità didattiche che sono disponibili a lavorare nella formazione al triage. Nella formazione al triage e’ necessario tuttavia, possedere una radice formativa comune e condividere contenuti, principi e stile educativo congruente al modello del triage globale ed evitare personalismi ed eccessivi adattamenti empirici locali che rischierebbero di compromettere l’aderenza alla letteratura. Per questo motivo il GFT ha scelto da qualche anno di occuparsi anche della formazione dei formatori al triage sperando nella creazione di una comunità professionale che, condividendo materiali, metodi e contenuti garantisce una maggior diffusione del modello e dello stile GFT.
L’ampliamento del pool istruttori GFT ed il mantenimento di un costante aggiornamento dei formatori, garantirà una maggior diffusione dell’attività formativa nel rispetto dello stile e del modello che da anni il GFT si impegna a sviluppare e mantenere.

Destinatari

  • Infermiere: 40,2 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 40,2 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 40,2 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 40,2 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Lezione frontale
€1.000,00 40
10
Dic
2018

10-12-2018 9:15 9:15 - 12-12-2018 17:00 17:00
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€282,00
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1518RN1012
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al
Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del
personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage
come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla
G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: 30 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 30 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 30 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 30 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€282,00 50
26
Nov
2018

26-11-2018 9:15 9:15 - 27-11-2018 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE. ASPETTI LEGALI E GIURISPRUDENZA – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT0518RN2611
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nell’attività sanitaria, notevole importanza assumono gli aspetti inerenti la responsabilità professionale e gli aspetti legali. Anche per quanto riguarda l’attività di triage vi è notevole attenzione a queste problematiche ed ultimamente iniziano ad essere presenti i primi casi giurisprudenziali.
Il corso sugli aspetti legali offre ai professionisti del settore una opportunità per acquisire o affinare conoscenze riguardanti le principali problematiche inerenti la responsabilità professionale
nell’emergenza-urgenza e l’attività di Pronto Soccorso con particolare attenzione alle specificità del triage. L’analisi ed il confronto tra esperti e professionisti operanti sul campo relativamente alla casistica giurisprudenziale e l’analisi di alcune
situazioni critiche permetteranno inoltre di definire concretamente criteri utili a guidare la pratica professionale secondo requisiti di sicurezza per operatori, responsabile e pazienti.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Confronto/dibattito
€212,00 50
17
Nov
2018

17-11-2018 9:15 9:15 -16:45
MILANO (MI) - AULA CARDINI - IRCCS S. MARIA NASCENTE
MILANO (MI) - AULA CARDINI - IRCCS S. MARIA NASCENTE
Via Alfonso Capecelatro, 66, 20148 Milano MI, Italia
La partecipazione è gratuita.
CORSO DI PERFEZIONAMENTO SUI DISTURBI PSICOCOMPORTAMENTALI #DON1018NZ1711
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

I disturbi psicocomportamentali delle demenze (BPSD) sono un gruppo eterogeneo di sintomi e manifestazioni che si verificano nel corso della demenza e sono molto difficili da gestire, da parte sia dei familiari sia dei caregiver professionali. Sono inoltre estremamente frequenti: uno o più BPSD sono presenti nel 90% delle persone con demenza nel corso della malattia. I BPSD includono molti sintomi e comportamenti differenti, come agitazione, irrequietezza, vagabondaggio, aggressività verbale e fisica, apatia, disinibizione e labilità emotiva, depressione, ansia, disturbi del sonno e dell’alimentazione e sintomi della serie psicotica quali deliri e allucinazioni.
Con il progredire della demenza i BPSD peggiorano, richiedendo un maggiore supporto e determinando maggiori costi per i caregiver e per i sistemi sanitari. I BPSD sono stati associati con una prognosi peggiore e un più rapido declino, una maggiore compromissione nelle attività della vita quotidiana (ADL) e una più rapida istituzionalizzazione. La frequenza e la gravità di tali fenomeni sono fortemente correlati con il carico assistenziale e riducono notevolmente la qualità di vita della persona con de
I BPSD sono stati associati con una prognosi peggiore e un più rapido declino, una maggiore compromissione nelle ADL e una più rapida istituzionalizzazione. La frequenza e gravità di tali sintomi è fortemente correlata con il carico assistenziale e riduce fortemente la qualità di vita della persona con demenza e del suo caregiver. Inoltre, uno dei problemi chiave nella gestione dei BPSD risulta essere la scarsa disponibilità di farmaci veramente efficaci per il trattamento: molti studi clinici randomizzati controllati riportano, infatti, risultati negativi o modesti per la maggior parte dei farmaci usati nella pratica clinica quotidiana, che vengono somministrati in un regime “off label. Gli psicofarmaci possono inoltre portare molti effetti indesiderati, per cui si considera attualmente che il primo approccio a tali problemi debba essere di tipo non farmacologico. Tuttavia, per quanto riguarda gli interventi non farmacologici, pur essendoci un generale consenso sulla loro importanza, vi è poca chiarezza in
letteratura su quali siano le tecniche più efficaci, specie per particolari BPSD. Un enorme problema è rappresentato dal riuscire a trovare un modo in cui sia possibile istruire capillarmente gli operatori/caregiver su questo tipo di approccio.
Inoltre, mentre è stata prodotta un’enorme mole di studi sui determinanti biologici e anatomici dei sintomi cognitivi della demenza, i BPSD hanno ricevuto meno attenzione in letteratura e negli studi clinici, nonostante siano i sintomi di maggiore interesse per i caregiver.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Neurologia: 6,6 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Geriatria: 6,6 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
1
12
Nov
2018

12-11-2018 9:00 9:00 - 13-11-2018 17:15 17:15
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE, LA COMUNICAZIONE, GLI ASPETTI RELAZIONALI E LA GESTIONE DELLO STRESS AL TRIAGE. (CORSO 1°LIVELLO) - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT0818TO1211
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nel Triage si è quotidianamente chiamati a dover gestire situazioni
caratterizzate dalla presenza di sentimenti ed emozioni “forti” proprie e degli altri: collera, impazienza, frustrazione, impotenza, paura…
Il tempo che incalza, le richieste pressanti, il contatto con il dolore e la sofferenza, i ritmi di lavoro serrati che non permettono di “staccare” emotivamente, sono tutte variabili che se non gestite possono penalizzare l’equilibrio emotivo del personale.
La comunicazione interpersonale si fa spesso difficile, a volte
conflittuale, fonte di ansia e nervosismo e questo spesso genera
stress. Se lo stress è prolungato i rapporti fra personale ospedaliero, pazienti e parenti si inaspriscono e a risentirne sono il proprio equilibrio emotivo e l’immagine di tutta l’azienda.
In tali condizioni diventa allora indispensabile possedere delle
specifiche abilità per proteggere il proprio equilibrio emotivo.

Destinatari

  • Infermiere: 18 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 18 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 18 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 18 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Role playing
€212,00 50
07
Nov
2018

07-11-2018 9:00 9:00 -15:00
TRENTO (TN) - OSPEDALE SAN CAMILLO (TRENTO)
TRENTO (TN) - OSPEDALE SAN CAMILLO (TRENTO)
Via Benedetto Giovanelli, 19, 38122 Trento, Italia
€20,00
LA GESTIONE DEGLI ACCESSI VENOSI: STRATEGIE E TECNICHE ASSISTENZIALI #CAM0118TN0711
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’utilizzo di cateteri venosi centrali e periferici a lunga permanenza è oggi indispensabile nella pratica clinica per la continuità e la tempestività delle terapie che spesso richiedono dispositivi appropriati.
Questi dispositivi garantiscono da un lato un accesso vascolare sicuro per la somministrazione dei farmaci chemioterapici, vescicanti, irritanti, acidi, iperosmolari e dall’altro rappresentano per il paziente un significativo fattore di rischio per complicanze di tipo meccanico e infettivo a livello locale e sistemico. In letteratura è riportato un tasso di infezione per i PICC compreso tra 0,2 e 1,6/1000 gg /catetere (Maki 2006).
Numerosi documenti della letteratura forniscono indicazioni rivolte alla prevenzione e al controllo delle infezioni correlate ai cateteri venosi centrali, e ribadiscono l’importanza della formazione degli operatori che si occupano dell’impianto e della gestione dei cateteri vascolari.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati 5 crediti ECM
  • Infermiere: saranno erogati 5 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
€20,00 42
30
Ott
2018

30-10-2018 9:30 9:30 -16:30
€105,00
PRENDIAMOCI CURA – LA RELAZIONE CON IL MALATO DI SLA E LA SUA FAMIGLIA #COU0818TN3010
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Lo scopo del corso è quello di conoscere le problematiche assistenziali e relazionali della persona con SLA e della sua famiglia. Saranno analizzati gli strumenti specifici di relazione con il malato e la famiglia per “stare” nel contesto complesso della malattia inguaribile.

Destinatari

  • Medico Chirurgo (tutte le discipline): saranno erogati 8 crediti ECM
  • Fisioterapista: saranno erogati 8 crediti ECM
  • Psicologo: saranno erogati 8 crediti ECM
  • Infermiere: saranno erogati 8 crediti ECM
  • Logopedista: saranno erogati 8 crediti ECM
  • Educatore professionale: saranno erogati 8 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Visione di filmati
€105,00 1
25
Ott
2018

25-10-2018 9:00 9:00 - 26-10-2018 17:15 17:15
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
€212,00
LA GESTIONE DEL RISCHIO AL TRIAGE NELL’OTTICA DELLA SICUREZZA DELLE CURE PER IL PAZIENTE E PER L’OPERATORE - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT1018TO2510
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il triage in pronto soccorso si basa su di un processo di valutazione e decisione complesso e delicato, spesso si realizza in situazioni e contesti che favoriscono o aumentano la possibilità di errore e conseguente possibilità di danno alla persona assistita.
Una corretta attività di gestione del rischio in triage contribuisce in maniera rilevante ad aumentare la consapevolezza dell’operatore relativamente alla “delicatezza” della funzione di accoglienza, valutazione e presa in carico degli utenti che giungono in Pronto soccorso rafforzando la motivazione a realizzare con attenzione, metodo e professionalità questa importante funzione.
L’implementazione presso le realtà operative di attività di risk management in triage, se contestualizzate ed attente alle reali specifiche del contesto assistenziale cui si riferiscono, permette l’individuazione di situazioni ad elevato rischio di errore prima che si verifichino eventi negativi per pazienti ed operatori permette la progettazione di azioni correttive, attiva e stimola processi di miglioramento che scaturiscono dalla riflessione da parte del team professionale sul proprio operato e sui fattori “ambientali” favorenti situazioni pericolose.
Il corso “retraining sul il triage globale e di approfondimento: prevenire e gestire l’errore” oltre a rafforzare i contenuti essenziali del modello del triage globale e la motivazione degli operatori nella sua realizzazione, intende promuovere attraverso il confronto con esperti del settore, il confronto e la riflessione degli operatori impegnati tutti i giorni nei contesti operativi del triage per la realizzazione sul campo di una corretta politica di gestione del rischio di errore in triage.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
€212,00 60
10
Ott
2018

10-10-2018 9:00 9:00 -14:00
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€125,00
BLSD B - CERTIFICATO IRC #IRC0118TN1010
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di far acquisire gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 5 crediti ECM
  • Altro - Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€125,00
03
Ott
2018

03-10-2018 10:00 10:00 -16:30
ROVERETO (TN) - CASA DI SOGGIORNO SACRA FAMIGLIA -
ROVERETO (TN) - CASA DI SOGGIORNO SACRA FAMIGLIA -
Via Saibanti, 6, 38068 Rovereto TN, Italia
€70,00
LA LEGGE 219 DEL 22.12.2017: NORME IN MATERIA DI CONSENSO INFORMATO E DI DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO #SAC0518TN0310
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il tema oggetto del corso deve essere inquadrato nel più ampio contesto, non solo normativo, del rapporto medico - e altri professionisti sanitari – e paziente e delle più ampie e recenti normative che si occupano della responsabilità degli esercenti le professioni sanitarie.
I temi affrontati dalla L. 219 del 2017 sono quelli del consenso informato e delle disposizioni anticipate.
Quanto al consenso informato vengono per la prima volta disciplinate le modalità di espressione e di revoca, legittimazione ad esprimerlo e a riceverlo, ambito e condizioni e, quanto alle disposizioni anticipate di trattamento vengono altresì stabilite le modalità con cui il dichiarante enuncia, in linea di massima, i propri orientamenti sul "fine vita" nell'ipotesi in cui sopravvenga una perdita irreversibile della capacità di intendere e di volere.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
€70,00 65
02
Ott
2018

02-10-2018 9:30 9:30 -16:30
TARZO (TV) - SALA “CORTE INTERNA” MUNICIPIO DI TARZO
TARZO (TV) - SALA “CORTE INTERNA” MUNICIPIO DI TARZO
Via Roma, 42, 31020 Tarzo TV, Italia
€70,00
LA RESPONSABILITÀ DELLE PROFESSIONI SANITARIE NELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE  #ECM0818TV0210
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’evento formativo nasce dalla necessità di aumentare la consapevolezza dei Professionisti Sanitari
operanti in strutture socio-sanitarie, rispetto alla propria responsabilità professionale, alla luce anche
delle innovazioni normative recentemente introdotte (L.24/2017); questo verrà esplicitato sia
mediante l’analisi ragionata dei principi giuridici di base della responsabilità professionale in
ambito sanitario, sia ed attraverso la condivisione guidata di evidenze giurisprudenziali specifiche.
Particolare attenzione verrà focalizzata sulla specifica responsabilità rispetto a tipiche situazioni di
rilevanza nell’ambito delle strutture socio-sanitarie: la gestione della terapia farmacologica, la
contenzione e la prevenzione delle cadute accidentali.

Destinatari

  • Infermiere: 6,6 crediti ECM
  • Fisioterapista: 6,6 crediti ECM
  • Logopedista: 6,6 crediti ECM
  • Educatore Professionale: 6,6 crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: 6,6 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 6,6 crediti ECM
  • Altro - Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
€70,00 18
25
Set
2018

25-09-2018 9:30 9:30 -16:30
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€105,00
LA GESTIONE DELLE EMOZIONI NELLA RELAZIONE D'AIUTO  #ECM0218TN2509
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La relazione d'aiuto, messa in atto dalle professioni sanitarie, presuppone un rilevante investimento emotivo. La gestione di queste emozioni, è una competenza che si può perfezionare con specifica formazione e riflessione sull'azione di cura.
Il corso si pone lo scopo di analizzare gli aspetti che compongono l'emozione per ampliare le possibilità di riconoscere i segnali di disagio propri e dell'assistito e poterli gestire con maggiore efficacia e appropriatezza.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
€105,00 18
20
Set
2018

20-09-2018 8:30 8:30 - 21-09-2018 17:30 17:30
BARI (BA) - AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI
BARI (BA) - AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI
Piazza Giulio Cesare, 11, 70124 Bari BA, Italia
euro 150.00 | La quota di iscrizione per i soci GFT e i soci SIMEU è di euro 120,00.
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT2718BA2009
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal G.F.T. Gruppo per la Formazione al Triage, associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come 'luogo di condivisione' delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l'attività nei Pronto Soccorso e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici
specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di
Triage come primo momento di accoglienza e valutazione
dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a
criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di
stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di
Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio
1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e
Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto a infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche
e medici che lavorano in Pronto Soccorso e che a diverso
titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€150,00 50
18
Set
2018

18-09-2018 9:00 9:00 -13:00
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€70,00
RETRAINING BLSD-B - CERTIFICATO IRC #IRC0218TN1809
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di permettere ai professionisti sanitari già in possesso del certificato di esecutore BLSDb Italian Resuscitation Council, di aggiornare i contenuti teorici e rinforzare le abilità pratiche necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 6 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€70,00 1
27
Ago
2018

27-08-2018 8:00 8:00 - 31-08-2018 13:30 13:30
TRENTO (TN) - ACCADEMIA DI IMPRESA SCUOLA DI FORMAZIONE
TRENTO (TN) - ACCADEMIA DI IMPRESA SCUOLA DI FORMAZIONE
Via Asiago, 2, 38123 Trento TN, Italia
€350,00
ATTIVITÀ PRIMARIA DEL MICOLOGO: DETERMINAZIONE DEI FUNGHI EPIGEI, MODALITÀ E PROBLEMATICHE. APPROFONDIMENTO DELLA FAMIGLIA TRICHOLOMATACEAE; IL GENERE TRICHOLOMA #MIC0118TN2708
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

• Descrivere gli aspetti ecologici e morfologici come elemento differenziante del genere Tricholoma
• Individuare gli aspetti micotossicologici e relativi al consumo alimentare tradizionale del genere
Tricholoma
• Promuovere lo sviluppo di competenze per determinare il materiale fungino fresco

Destinatari

  • Medico Chirurgo (tutte le discipline): 50 crediti ECM
  • Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro: 50 crediti ECM
  • Tecnico sanitario laboratorio biomedico: 50 crediti ECM
  • Biologo: 50 crediti ECM
  • Farmacista: 50 crediti ECM
  • Infermiere: 50 crediti ECM
  • Assistente sanitario: 50 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
  • Lezione frontale
€350,00 60
04
Giu
2018

04-06-2018 9:00 9:00 - 06-06-2018 17:00 17:00
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
€282,00
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1518TO0406
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni
di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€282,00 60
25
Mag
2018

25-05-2018 13:30 13:30 -18:15
BOLZANO (BZ) - AULA DI ANATOMIA PATOLOGICA OSPEDALE CENTRALE DI BOLZANO
BOLZANO (BZ) - AULA DI ANATOMIA PATOLOGICA OSPEDALE CENTRALE DI BOLZANO
Via Lorenz Böhler, 5, 39100 Bolzano BZ, Italia
La partecipazione è gratuita.
GLI ANTICOAGULANTI ORALI DIRETTI. DALLE INDICAZIONI ALLA PRATICA CLINICA #MAR0118BZ2505
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

La terapia anticoagulante costituisce il trattamento cardine per la cura e la prevenzione delle malattie trombo-emboliche e delle patologie vascolari in generale. L’introduzione degli anticoagulanti ad azione diretta (DOAC) nella pratica clinica sta progressivamente mutando l’approccio al trattamento della Fibrillazione Atriale e dell’Embolia Polmonare attraverso una rivisitazione critica di consolidati comportamenti e convinzioni che riguardano la terapia con antagonisti della vitamina K (VKAs).
I DOACS hanno meccanismi d'azione e proprietà farmacocinetiche diverse, ma condividono alcuni vantaggi importanti e interessanti rispetto agli antagonisti della Vit K: la dose fissa, l'assenza del monitoraggio dei parametri emocoagulativi, le minori interazioni e la stabilità dell'effetto. D'altro canto, come tutti i farmaci, i DOAC presentano limitazioni e potenziali complicanze anche gravi, che richiedono un utilizzo appropriato. Dunque per una loro corretta prescrizione è necessario conoscere non solo le indicazioni di utilizzo, ma anche il loro impiego in particolari scenari clinici e le specifiche caratteristiche del paziente in trattamento.
Questo incontro vuole proporre con un gruppo di esperti, che operano in prima linea, un approccio formativo snello e molto pratico sui DOAC, sul loro utilizzo e come si gestiscono alcune situazioni ricorrenti, anche alla luce delle più recenti acquisizioni in letteratura.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 4 crediti ECM
  • Farmacista Farmacia Ospedaliera: 4 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
20
24
Mag
2018

24-05-2018 9:00 9:00 -13:00
MANTOVA (MN) - SINERGIE SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE ONLUS
MANTOVA (MN) - SINERGIE SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE ONLUS
Via Rinaldo Mantovano, 5, 46100 Mantova MN, Italia
€100,00
RETRAINING BLSD-B - CERTIFICATO IRC #OPI1518MN2405
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di permettere ai professionisti sanitari già in possesso del certificato di esecutore BLSDb Italian Resuscitation Council, di aggiornare i contenuti teorici e rinforzare le abilità pratiche necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€100,00
03
Mag
2018

03-05-2018 9:00 9:00 - 04-05-2018 17:15 17:15
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
€212,00
LA GESTIONE DELL’ATTESA AL TRIAGE – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT1618TO0305
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il sovraffollamento delle strutture di Pronto Soccorso, la trasformazione dello specifico operativo dei reparti di PS da strutture di “accettazione e smistamento” a contesti di gestione delle fasi più complesse del percorso clinico assistenziale dei pazienti, hanno portato all’ aumento dei tempi di attesa per la visita, soprattutto per i pazienti categorizzati in sede di triage con codice a medio - bassa priorità.
I tempi di attesa creano notevoli difficoltà al triagista, al quale viene richiesta, oltre alla corretta realizzazione delle fasi di valutazione ed assegnazione del codice di priorità, anche la corretta ed attenta gestione della fase di attesa al trattamento. In tali condizioni diventa indispensabile possedere le competenze necessarie per gestire correttamente l’assistenza e la sorveglianza delle persone in attesa e sviluppare delle specifiche abilità per proteggere il proprio equilibrio emotivo conservando una buona capacità decisionale.
Diventa quindi necessario analizzare le problematiche relative alla gestione delle fasi di attesa al trattamento considerandone tutti gli ambiti problematici, valutando criticamente le strategie di soluzione proposte in letteratura ed acquisire specifiche competenze al fine di affrontare nel miglior modo possibile questa particolare e complessa “sfida professionale” in triage.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Role playing
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Analisi e discussione di casi e problemi
€212,00 60
19
Apr
2018

19-04-2018 9:15 9:15 - 20-04-2018 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€212,00
TRIAGE E MULTICULTURA – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT2218RN1904
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il Triage è una fase delicata già per i pazienti italiani, poiché l'ingresso in PS è di solito accompagnato da preoccupazione e sofferenza correlate al proprio problema di salute, che talvolta viene soggettivamente vissuto come molto grave. Il paziente straniero, rispetto a quello italiano, oltre al problema di salute, deve affrontare anche altre difficoltà: linguistiche, culturali e talvolta anche timore di denuncia perché irregolare. L'infermiere di triage, d'altra parte, non può ovviamente disporre di plurali competenze linguistiche e culturali. Tra l'altro le Organizzazioni Sanitarie sono tendenzialmente in ritardo rispetto a questa problematica. La complessità e la grande responsabilità connesse alla funzione di triage sono quindi accresciute di fronte al paziente straniero. In questa fase delicata, in cui inizia il processo di cura in PS possono generarsi conflitti correlati alle diversità che ostacolano o inibiscono un'adeguata presa in carico della persona ed aumentano il carico emotivo e di lavoro dell'operatore talvolta compromettendone la sua operatività, trasformando quindi l'incontro in uno scontro. Il nursing transculturale è un importante modello di approccio al problema, ma risulta di difficile applicazione in Triage, dove l'infermiere vive una situazione particolare, dettata da tempistiche ristrette, ritmi frenetici e un grande afflusso di pazienti. Molti sono gli studi e le iniziative formative che si occupano della dicotomia paziente straniero e Servizi sanitari, ma nessuno di essi ha posto l'attenzione specificamente sulla realtà del Triage. Da queste premesse nasce la necessità di indagare le criticità e le difficoltà vissute dagli operatori e dall'utente immigrato in sede di Triage per individuare strategie di superamento delle stesse. Il corso pone l'attenzione su alcuni elementi importanti della relazione di cura tra professionista ed utente straniero fornendo elementi di riflessione tali da poter elaborare percorsi di soluzione e iniziative atte a migliorare la qualità dell'assistenza erogata e ridurre lo stress lavorativo. L'argomento verrà affrontato sotto molteplici aspetti: la normativa specifica e la deontologia saranno oggetto del primo momento di confronto; verranno poi analizzati alcuni concetti antropologici tra cui l’ approccio con “l’ altro”, il concetto di salute - malattia e l’ accesso ai Servizi sanitari nelle diverse culture. Il confronto diretto con alcuni rappresentanti delle principali etnie presenti in Italia e col presidente di una associazione multietnica di mediatori culturali, permetterà ai professionisti di confrontarsi con il vissuto della persona straniera e comprendere le motivazioni di alcuni comportamenti e situazioni, che possono compromettere una corretta presa in carico dell’ utente al triage. Un approccio culturalmente competente ed attento anche al rispetto dei “diritti” dell’ operatore garantirà una migliore qualità del triage per persona assistita ed operatore sanitario.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Role playing
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Analisi e discussione di casi e problemi
€212,00 60
05
Apr
2018

05-04-2018 9:00 9:00 - 06-04-2018 17:15 17:15
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
€212,00
SOPRAVVIVERE AL TRIAGE: COMUNICAZIONE DI II LIVELLO, TRIAGE GLOBALE, SVILUPPARE RESILIENZA E GESTIRE LO STRESS AL TRIAGE – CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT1418TO0504
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Sopravvivere” in Triage è oggi la parola d’ordine che non è più ovviamente riferita al paziente ma all’operatore.
Aumentare il ben-essere nel contesto sanitario, attivando energie positive, diventa di grande aiuto per la persona,
che, motivata, trova più significato nel lavoro che svolge traducendolo in ben-fare.
Prendere consapevolezza delle proprie risorse interne sia emotive che mentali permette di rapportarsi con se stessi e con gli altri con maggiore efficacia aumentando così il livello della motivazione e della performance.
Migliorare la qualità del lavoro in termini di efficacia e di efficienza permette infine di abbassare la propria soglia di stress.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Role playing
€212,00 60
23
Mar
2018

23-03-2018 9:30 9:30 - 24-03-2018 16:30 16:30
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€200,00
PRENDIAMOCI CURA: VITA E MORTE: DALLA GESTIONE DEL LUTTO ANTICIPATORIO ALLA RELAZIONE CON IL MORENTE #COU0518TN2303
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Lo scopo del corso è quello riflettere sulla comprensione della vita e della morte e dei meccanismi del lutto. Verranno approfonditi alcuni strumenti specifici da utilizzare durante il processo del morire. Come la comunicazione col morente e con la famiglia.

Destinatari

  • Psicologo Psicologia: saranno erogati i crediti ECM
  • Psicologo Psicoterapia: saranno erogati i crediti ECM
  • Fisioterapista: saranno erogati i crediti ECM
  • Logopedista: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Esercitazioni pratiche
€200,00 10
08
Mar
2018

08-03-2018 9:00 9:00 - 09-03-2018 18:00 18:00
Roma (RM) - FONDAZIONE MARCO BESSO -
Roma (RM) - FONDAZIONE MARCO BESSO -
Largo di Torre Argentina, 11, 00186 Roma RM, Italia
La partecipazione è gratuita.
LE SCELTE TERAPEUTICHE : UN TEMPO DELLA CURA. COMUNICAZIONE E REDAZIONE #AIS0118RM0803
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Solo la persona malata, di fatto, può valutare se gli interventi sanitari che vengono proposti sono proporzionati alla propria condizione e quindi non lesivi della propria dignità e della propria concezione di qualità della vita.
Diventa quindi rilevante da un lato il dovere del sanitario di informare il malato e di ottenere il suo consenso o dissenso alle procedure, e dall’altro il diritto del malato di decidere a quale trattamento sanitario sottoporsi o non sottoporsi.
Ma se la competenza sanitaria nella cura e nell’assistenza della persona malata così come la disponibilità dei mezzi sono i presupposti perché il malato possa esercitare la sua volontà, tutti i mezzi (gli ausili, la PEG, la NIV, la tracheostomia, i trattamenti palliativi di fine vita) devono essere prospettati e resi disponibili.
La persona malata può però ad un certo momento della sua storia considerare che i mezzi dapprima accettati possano non essere più adeguati alla sua condizione.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 16 crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: 16 crediti ECM
  • Infermiere: 16 crediti ECM
  • Fisioterapista: 16 crediti ECM
  • Assistente Sanitario: 16 crediti ECM
  • Dietista: 16 crediti ECM
  • Terapista Occupazionale: 16 crediti ECM
  • Assistente Sociale: non sono previsti i crediti

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Visione di filmati
03
Mar
2018

03-03-2018 8:30 8:30 -17:00
TRENTO (TN) - GRAND HOTEL TRENTO
TRENTO (TN) - GRAND HOTEL TRENTO
Piazza Dante, 20, 38122 Trento TN, Italia
Evento gratuito
PERCORSI DIAGNOSTICO - TERAPEUTICI IN CARDIOLOGIA #ANM0118TN0303
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

L’aggiornamento in Medicina è un passaggio fondamentale per
il medico, e il Cardiologo clinico non sfugge a questa necessità.
La Cardiologia infatti in questi ultimi 10 anni ha solo
apparentemente rallentato la strada dell’innovazione.
La cardiologia interventistica strutturale ha allargato le sue
indicazioni, il trattamento della fibrillazione atriale, dello
scompenso, della cardiopatia ischemica e anche la cardiologia
preventiva si sono arricchiti di nuovi presidi terapeutici
estremamente efficaci che hanno o stanno per cambiare
l’approccio al paziente.
In questa giornata si vogliono puntualizzare alcune novità
diagnostico-terapeutiche che si sono affacciate nel panorama
cardiologico e nello stesso tempo evidenziare l’utilità di alcuni
strumenti noti da tempo ma ancora fondamentali nel
trattamento dei pazienti cardiopatici.
Sarà quindi occasione di incontro e confronto tra tutti gli attori
che agiscono nel panorama del mondo cardiologico: medico,
infermieristico e tecnico.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati 6 crediti ECM
  • Infermiere: saranno erogati 6 crediti ECM
  • Tecnico Sanitario Di Radiologia Medica: saranno erogati 6 crediti ECM
  • Tecnico Fisiopatologia Cardiocircolatoria E Perfusione Cardiovascolare: saranno erogati 6 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
28
Feb
2018

28-02-2018 9:15 9:15 - 02-03-2018 17:00 17:00
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€282,00
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE #GFT1518RN2802
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorso generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla
G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€282,00 60
14
Dic
2017

14-12-2017 9:00 9:00 - 15-12-2017 17:15 17:15
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE, LA COMUNICAZIONE, GLI ASPETTI RELAZIONALI E LA GESTIONE DELLO STRESS AL TRIAGE. (CORSO 1°LIVELLO) - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT0817TO1412
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nel Triage si è quotidianamente chiamati a dover gestire situazioni caratterizzate dalla presenza di sentimenti ed emozioni “forti” proprie e degli altri: collera, impazienza, frustrazione, impotenza, paura…
Il tempo che incalza, le richieste pressanti, il contatto con il dolore e la sofferenza, i ritmi di lavoro serrati che non permettono di “staccare” emotivamente, sono tutte variabili che se non gestite possono penalizzare l’equilibrio emotivo del personale.
La comunicazione interpersonale si fa spesso difficile, a volte conflittuale, fonte di ansia e nervosismo e questo spesso genera stress. Se lo stress è prolungato i rapporti fra personale ospedaliero, pazienti e parenti si inaspriscono e a risentirne sono il proprio equilibrio e motivo e l’immagine di tutta l’azienda.
In tali condizioni diventa allora indispensabile possedere delle specifiche abilità per proteggere il proprio equilibrio emotivo.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Role playing
€212,00 60
04
Dic
2017

04-12-2017 9:30 9:30 -16:30
ROVERETO (TN) - CASA DI SOGGIORNO SACRA FAMIGLIA -
ROVERETO (TN) - CASA DI SOGGIORNO SACRA FAMIGLIA -
Via Saibanti, 6, 38068 Rovereto TN, Italia
€70,00
IL PROBLEMA DOLORE: VALUTAZIONE E MONITORAGGIO DEL DOLORE NELL'ANZIANO E NELLE PATOLOGIE CRONICHE #SAC0417TN0412
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Da tempo, l’OMS sostiene che il trattamento del dolore è notevolmente migliorabile anche nei paesi più moderni ed avanzati dal punto di vista sanitario. Una sfida di cogente attualità, in linea con le principali linee guida nazionali e regionali in tema di “lotta al dolore evitabile”, appare essere la misurazione del dolore, in particolare nel paziente anziano e non comunicante. Ciò risulta evidente tenuto conto che in Italia e nel mondo occidentale si sta assistendo ad un progressivo e costante aumento di malati con impossibilità ad una comunicazione verbale come coloro che sono affetti da demenze, da morbo di Parkinson, ecc. La finalità dell’intervento formativo è quella di fornire una metodologia nella rilevazione e valutazione del dolore, in particolare nel paziente anziano e non comunicante.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Assistente Sanitario: saranno erogati i crediti ECM
  • Fisioterapista: saranno erogati i crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Psicologo Psicoterapia: saranno erogati i crediti ECM
  • Educatore Professionale: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Lezione frontale
€70,00 61
30
Nov
2017

30-11-2017 9:15 9:15 - 01-12-2017 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE NEL TRAUMA. ASPETTI CLINICI COSTRUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI PROTOCOLLI DI VALUTAZIONE - CORSO DI APPROFONDIMENTO #GFT2417RN3011
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il Trauma rappresenta una delle principali cause di accesso in pronto soccorso; anche in triage è necessario possedere le necessarie conoscenze
e competenze al fine di garantire tempi di trattamento adeguati alla situazione ed al rischio evolutivo. Il corso rivolto a tutti gli operatori del pronto soccorso che svolgono attività di triage o che, a diverso titolo, hanno responsabilità riguardo ad essa, vuole approfondire gli aspetti inerenti
l'accoglienza, la valutazione e la gestione in triage delle principali situazioni relative al trauma. Sviluppata una riflessione sui protocolli di valutazione in triage e la relativa metodologia di costruzione, il gruppo si eserciterà nella
formulazione di protocolli di triage sul trauma, confrontandosi poi sulla validità e l’applicabilità di quanto realizzato.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Analisi e discussione di casi e problemi
€212,00 60
30
Nov
2017

30-11-2017 9:15 9:15 - 01-12-2017 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE IN AMBITO PEDIATRICO. ASPETTI CLINICI COSTRUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI PROTOCOLLI DI VALUTAZIONE – CORSO DI APPROFONDIMENTO  #GFT1717RN3011
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Spesso nel Pronto Soccorso Generale, l’approccio ai pazienti in età pediatrica rappresenta per il triagista un contesto operativo al quale occorre dedicare particolare attenzione e richiede specifiche conoscenze e competenze. Il corso di approfondimento intende affrontare le problematiche relative a questi ambiti e fornire ai professionisti operanti presso i Pronto Soccorso generali strumenti adeguati per l’accoglienza, la valutazione e la gestione in triage di questa tipologia di pazienti. Al corso possono partecipare anche gli infermieri pediatrici e le ostetriche che trovandosi spesso a prendere in carico questa tipologia di pazienti possono trovare nell’esperienza formativa elementi utili a migliorare la competenza specifica, o meglio ancora che intendono partecipare al processo di definizione/revisione delle procedure di triage presso le proprie realta` operative.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Confronto/dibattito Casi clinici simulati
€212,00 60
25
Nov
2017

25-11-2017 8:45 8:45 -13:30
Evento gratuito
LA TERAPIA OCCUPAZIONALE. RISORSA INDIVIDUALE E DI COMUNITÀ #BON0217TV2511
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il mondo della cronicità è un’area in progressiva crescita che richiede un notevole impegno di risorse ed energie per garantire un’assistenza per periodi di media-lunga durata, e una forte integrazione tra servizi socio-sanitari, residenziali e territoriali, per offrire un continuum nella presa in carico della persona.
È in questo percorso di cura e assistenza che la Riabilitazione nella Terza Età deve mirare alla 'riorganizzazione della vita del paziente anziano colpito da disabilità, in modo che possa compiere il maggior numero di esperienze positive, cioè gratificanti, pur avendo subìto delle limitazioni motorie e cognitive' (da 'Gerontologia e Geriatria - Obiettivi e Metodi assistenziali' di F. Cavazzuti - Ed. Ambrosiana).
Per raggiungere tale obiettivo l’intervento va diretto alla persona e ai suoi bisogni, al contesto sociale e all’ambiente fisico.
La Terapia Occupazionale (TO), professione sanitaria della riabilitazione che promuove la salute e il benessere attraverso l’occupazione, ha nel tempo acquisito un ruolo riconosciuto in quest’ambito. Si tratta, infatti, di un processo riabilitativo che, attraverso un intervento individuale o di gruppo e adoperando come mezzo privilegiato il fare e le molteplici attività della vita quotidiana, coinvolge la globalità della persona con lo scopo di aiutarne l’adattamento fisico, psicologico e sociale, e migliorarne, pur nella disabilità, la qualità di vita in tutti i suoi aspetti. Il terapista occupazionale, dunque, propone interventi terapeutici per promuovere e aumentare la partecipazione nelle performance delle attività quotidiane significative per la persona attraverso l’adattamento ambientale e la modifica del compito, insegnando abilità ed educando caregivers e pazienti.
Il convegno presenterà evidenze scientifiche, aspetti metodologici ed esperienze cliniche, utili a mostrare come la Terapia Occupazionale possa offrire contributi e prospettive innovativi e coerenti con un modello di percorso socio-sanitario integrato secondo le attuali linee guida per la riabilitazione.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 4,3 crediti ECM
  • Terapista Occupazionale: 4,3 crediti ECM
  • Fisioterapista: 4,3 crediti ECM
  • Infermiere: 4,3 crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: 4,3 crediti ECM
  • Logopedista: 4,3 crediti ECM
  • Educatore Professionale: 4,3 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
100
22
Nov
2017

22-11-2017 14:00 14:00 - 24-11-2017 13:00 13:00
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€320,00
IL COLLOQUIO MOTIVAZIONALE: UNA RISORSA PER AIUTARE LA PERSONA A CAMBIARE #SUM0117TN2211
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il colloquio motivazionale è un metodo centrato sulla persona, a direzione attiva, per accrescere le motivazioni personali al cambiamento. Propone strumenti utili nella promozione della salute, nella prevenzione di patologie derivanti da comportamenti a rischio, nella cura di malattie di lunga durata ecc. Risulta perciò una risorsa a disposizione del professionista ogni volta che è necessario stimolare l’aumento della consapevolezza in vista di un cambiamento del comportamento, degli atteggiamenti e degli stili di vita. Apprendere l’utilizzo del colloquio motivazionale significa applicare uno stile di relazione che all’interno di un’atmosfera empatica, di accoglimento e comprensione, è orientato a favorire il superamento delle difficoltà di adattamento che la persona presenta o di affiancarla e sostenerla nella modificazione di uno stile di vita divenuto problematico, in quanto non salutare o di ostacolo alla realizzazione personale. Il percorso formativo ha lo scopo di fornire un’adeguata base teorica e di sperimentare le abilità fondamentali del colloquio motivazionale, utilizzando modalità prevalentemente pratico-esperienziali: utilizzo di lezioni frontali alternate ad esercitazioni, simulazioni, lavori in sottogruppi, visione di video esplicativi ecc. Sarà data particolare attenzione anche ai casi professionali portati direttamente dai partecipanti.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Role playing
  • Lavoro a piccoli gruppi
€320,00 20
09
Nov
2017

09-11-2017 9:00 9:00 - 10-11-2017 17:15 17:15
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
TORINO (TO) - OPI DELLA PROVINCIA DI TORINO
Via Stellone, 5, 10126 Torino, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE. ASPETTI LEGALI E GIURISPRUDENZA – CORSO DI APPROFONDIMENTO
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Nell’ attività sanitaria, notevole importanza assumono gli aspetti inerenti la responsabilità professionale e gli aspetti legali. Anche per quanto riguarda l’attività di triage vi è notevole attenzione a queste problematiche ed ultimamente iniziano ad essere presenti i primi casi giurisprudenziali.
Il corso sugli aspetti legali offre ai professionisti del settore una opportunità per acquisire o affinare conoscenze riguardanti le principali problematiche inerenti la responsabilità professionale nell’ emergenza-urgenza e l’ attività di Pronto Soccorso con particolare attenzione alle specificità del triage.
L’analisi ed il confronto tra esperti e professionisti operanti sul campo relativamente alla casistica giurisprudenziale e l’analisi di alcune situazioni critiche permetteranno inoltre di definire concretamente criteri utili a guidare la pratica professionale secondo requisiti di sicurezza per operatori, responsabile e pazienti.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Lavoro a piccoli gruppi
  • Confronto/dibattito
€212,00 60
20
Ott
2017

20-10-2017 13:45 13:45 -20:15
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
Partecipazione gratuita
TRATTAMENTO RIABILITATIVO E DEL DOLORE CON AZIONE SU FASCE MIOFASCIALE SECONDO LA T.C.M.T.© (Tecnica Cristallo Muscolo Tendinea) – Primo livello e pronto intervento  #NXP0117TN2010
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è dedicato a coloro che vogliono approfondire una metodologia per alleviare gli stati di dolore agendo sulle fasce miofasciali, tessuto connettivo che avvolge ogni organo e partecipa attivamente al gesto motorio, agendo su più fronti: quelli articolare, muscolare e nervoso.
Il corso ha come obiettivo fornire le basi elementari in ambito di anatomia, fisiologia e fisiopatologia per potere comprendere le indicazioni della tecnica, gli obiettivi, le sue applicazioni, nonché i suoi limiti. Inoltre in questo corso verranno illustrati gli elementi di base che costituiscono la tecnica cristallo muscolo tendinea (T.C.M.T. ®) che utilizza il Cristallo di Rocca, le cui caratteristiche e benefici sono riconosciuti in modo ampio, per sciogliere le tensioni.
I concetti espressi in questo corso sono indispensabili per chi vuole procedere nella conoscenza di questa recente e comprovata tecnica riabilitazione di stati di malessere tra cui patologie croniche articolari, patologie deformanti e invalidanti, contratture, infiammazioni agli arti.

Destinatari

  • Fisioterapista: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Medicina Fisica E Riabilitazione: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Reumatologia: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Medicina Dello Sport: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Ortopedia E Traumatologia: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Chirurgia Plastica E Ricostruttiva: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Medicina generale (medici di famiglia): saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Tecnico Ortopedico: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Visione di filmati
  • Esercitazioni pratiche
1
18
Ott
2017

18-10-2017 9:30 9:30 -16:30
CONEGLIANO (TV) - SALA DELL'EX INFORMAGIOVANI
CONEGLIANO (TV) - SALA DELL'EX INFORMAGIOVANI
Piazzale S. Martino, 17, 31015 Conegliano TV, Italia
€70,00
LA RESPONSABILITÀ CIVILE E PENALE DELLE PROFESSIONI SANITARIE
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il tema della responsabilità professionale in sanità è molto attuale in tutti gli ambiti operativi.
Le persone assistite richiedono servizi forniti da professionisti competenti, in grado di assumersi piena responsabilità delle decisioni in tema di salute. Allo stesso tempo, si è profondamente modificato il paradigma prevalente che sostiene il rapporto fra persona assistita e professionista/sistema sanitario.
Il cittadino è senz’altro più consapevole, informato e deciso a farsi coinvolgere nelle scelte. Questi cambiamenti richiedono riflessione e consapevolezza sui temi della responsabilità professionale, nei suoi vari aspetti e ambiti di applicazione.Ciò diventa anocra più attuale a seguito dell'entrata in vigore della Legge 8 marzo 2017, n.24, Legge Gelli Bianco.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
€70,00 38
07
Ott
2017

07-10-2017 9:00 9:00 -13:00
Evento gratuito
MALATTIA CELIACA: NOVITÀ DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

con sintomi sfumati e atipici e se non diagnosticata in modo
corretto e tempestivo, espone il paziente al rischio di
conseguenze dall’osteoporosi, alla malnutrizione con ritardo di
crescita nei bambini, dall’infertilitaÌ nelle donne fino all’aumento
del rischio di tumori.
Il “Protocollo per la Diagnosi e il Follow-up della celiachia”
pubblicato in GU nel 2015 ha lo scopo di uniformare i percorsi
diagnostici su tutto il territorio nazionale e quindi aiutare a
riconoscer un maggior numero di casi.
Le linee guida sottolineano con forza anche l’importanza di un
attento follow-up con controlli e scadenze regolari, con
particolare riferimento all’etaÌ adolescenziale, dove l’aderenza
alla dieta senza glutine eÌ spesso ridotta.
Die Zöliakie ist ein klinisches Chamäleon und tritt häufig mit
unklaren und untypischen Symptomen auf. Bei nicht
rechtzeitiger Diagnose wird der Patient einem Risiko für
Komplikationen ausgesetzt. Diese reichen von Osteoporose über
Mangelernährung und Gedeihstörung bei Kindern bis hin zu
Infertiliät bei Frauen und zu einem erhöhten Risiko für Tumoren.
Die Leitlinien für Diagnose und follow up bei Zöliakie wurden
2015 im Amtsblatt der Republik veröffentlicht und dienen der
Vereinheitlichung der diagnostischen Pfade auf dem gesamten
Staatsgebiet und folglich auch der Erkennung einer höheren
Zahl an Betroffenen.
Diese Leitlinien unterstreichen auch deutlich die Wichtigkeit
aufmerksamer Verlaufskontrollen in regelmässigen Abständen,
vor allem bei Jugendlichen, die die glutenfreie Diät häufig
schlecht einhalten.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Medicina Interna: 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Medicina Generale (Medici Di Famiglia): 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Pediatria (Pediatri Di Libera Scelta): 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Pediatria: 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Gastroenterologia: 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Dermatologia E Venereologia: 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Ginecologia E Ostetricia: 4 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Reumatologia: 4 crediti ECM
  • Dietista: 4 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
34
05
Ott
2017

05-10-2017 9:00 9:00 -13:00
€70,00
RETRAINING BLSD-B - CERTIFICATO IRC #IRC0517TN0510
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di permettere ai professionisti sanitari già in possesso del certificato di esecutore BLSDb Italian Resuscitation Council, di aggiornare i contenuti teorici e rinforzare le abilità pratiche necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 6 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€70,00 1
04
Ott
2017

04-10-2017 9:15 9:15 - 06-10-2017 17:00 17:00
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€282,00
IL TRIAGE GLOBALE IN PRONTO SOCCORSO - CORSO BASE ABILITANTE
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso è organizzato dal "G.F.T. «Gruppo per la Formazione al Triage", associazione che ha per scopo la formazione al Triage del personale infermieristico e medico che opera nell'ambito del Pronto Soccorso e si propone come "luogo di condivisione" delle esperienze specifiche. Il corso pone le basi per attuare una completa e corretta valutazione del paziente secondo i criteri del Triage Globale e gestire situazioni che possono presentarsi al triage. Le competenze acquisite attraverso il corso sono indispensabili per l’attività di triage nei Pronto Soccorsi generali e specialistici e si pongono come solida base per gli ulteriori approfondimenti monotematici specialistici.
Il corso vuole fornire elementi utili a svolgere la funzione di Triage come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti che afferiscono al Pronto Soccorso, in base a criteri definiti e diffusamente accettati, che consentano di stabilire la priorità di intervento (Linee Guida sul Sistema di Emergenza Sanitaria, Atto d’Intesa Stato Regioni, Maggio 1996) e secondo l’Atto di Intesa tra Ministero della Salute e Conferenza Stato Regioni di cui alla G.U. 285 del 7 dicembre 2001.
Il corso è diretto ad infermieri, infermieri pediatrici, ostetriche e medici che operano in Pronto Soccorso e che a diverso titolo sono coinvolti nell’attività di triage.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Lavoro a piccoli gruppi
€282,00 60
02
Ott
2017

02-10-2017 8:45 8:45 -13:30
Evento gratuito
IL BENESSERE DELL’ANZIANO NEI CENTRI DI SERVIZIO #BON0117TV0210
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Oggi i progressi della sanità e della medicina, associati alle migliori condizioni e a stili di vita più corretti, hanno contribuito a incrementare la speranza di vita, specie nei paesi occidentali e particolarmente in Italia. Con l’invecchiamento della popolazione è progressivamente aumentata la prevalenza di malattie croniche che, legate ai segni tipici della vecchiaia, rendono le persone più fragili e bisognose di cure. Nelle strutture residenziali, denominate Centri di Servizio, gli anziani vivono in condizioni di dipendenza e rischiano di veder ridotta la propria qualità di vita a causa di precarie condizioni di salute fisica e/o
mentale.
Per rispondere alle crescenti necessità della popolazione e svolgere al meglio il proprio ruolo nel territorio, anche alla luce del Piano Sociosanitario Regionale, le strutture residenziali sono sempre più chiamate a integrare l’intervento sanitario-assistenziale con un approccio multidisciplinare che soddisfi bisogni molteplici e a più livelli.
In questo specifico contesto, il convegno si propone di esplorare alcune aree dei bisogni dell’anziano, analizzando esperienze e progetti applicati sul campo, per favorire migliori condizioni di benessere globale.
La parola benessere, in questa giornata di formazione, sarà declinata in tre dimensioni:
la dimensione della salute, con particolare riferimento al tema del dolore e della sofferenza e agli approcci innovativi, anche da un punto di vista psicologico, come il processo di mindfulness, per superare le condizioni di stress psico-fisico;
la dimensione della libertà, intesa sia a livello di movimento, come assenza/riduzione di contenzione fisica e farmacologica inappropriata, sia di scelta, ovvero come libertà di esprimere le proprie volontà sulle scelte assistenziali e sanitarie cui essere sottoposti;
la dimensione del piacere, che affronta temi spesso tralasciati e inusuali, quali la sessualità e l’affettività dell’anziano e approfondisce le dinamiche e i benefici dello Yoga della risata.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 4,3 crediti ECM
  • Infermiere: 4,3 crediti ECM
  • Fisioterapista: 4,3 crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: 4,3 crediti ECM
  • Logopedista: 4,3 crediti ECM
  • Assistente Sociale: 4,3 crediti ECM
  • Educatore Professionale: 4,3 crediti ECM
  • Operatore Socio Sanitario

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
25
Set
2017

25-09-2017 9:30 9:30 -16:30
PADOVA (PD) - O.I.C VAROTTO BERTO FONDAZIONE OPERA IMMACOLATA CONCEZIONE
PADOVA (PD) - O.I.C VAROTTO BERTO FONDAZIONE OPERA IMMACOLATA CONCEZIONE
Via Toblino, 53, 35142 Padova PD, Italia
€105,00
I FARMACI IN EMERGENZA-URGENZA: AGGIORNAMENTI PER LA CORRETTA GESTIONE E SOMMINISTRAZIONE #ECM0217PD2509
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso si propone di aggiornare e implementare le conoscenze sull'utilizzo dei farmaci di urgenza/emergenza, con particolare attenzione alla farmacodinamica, alla farmacocinetica e alle interazioni farmacologiche, oltre che alle vie e procedure di somministrazione secondo recenti linee guida.

Destinatari

  • Infermiere: 6,6 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 6,6 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Confronto/dibattito
  • Analisi e discussione di casi e problemi
€105,00 38
21
Set
2017

21-09-2017 9:15 9:15 - 22-09-2017 17:15 17:15
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
RIMINI (RN) - HOTEL LITORANEO -
Viale Regina Elena, 22, 47921 Rimini RN, Italia
€212,00
IL TRIAGE GLOBALE, PREVENIRE E GESTIRE L'ERRORE – CORSO DI APPROFONDIMENTO
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il triage in pronto soccorso si basa su di un processo di valutazione e decisione complesso e delicato, spesso si realizza in situazioni e contesti che favoriscono o aumentano la possibilità di errore e conseguente possibilità di danno alla persona assistita.
Una corretta attività di gestione del rischio in triage contribuisce in maniera rilevante ad aumentare la consapevolezza dell’operatore relativamente alla “delicatezza” della funzione di accoglienza, valutazione e presa in carico degli utenti che giungono in Pronto soccorso rafforzando la motivazione a realizzare con attenzione, metodo e professionalità questa importante funzione.
L’implementazione presso le realtà operative di attività di risk management in triage, se contestualizzate ed attente alle reali specifiche del contesto assistenziale cui si riferiscono, permette l’individuazione di situazioni ad elevato rischio di errore prima che si verifichino eventi negativi per pazienti ed operatori permette la progettazione di azioni correttive, attiva e stimola processi di miglioramento che scaturiscono dalla riflessione da parte del team professionale sul proprio operato e sui fattori “ambientali” favorenti situazioni pericolose.
Il corso “retraining sul il triage globale e di approfondimento: prevenire e gestire l’errore” oltre a rafforzare i contenuti essenziali del modello del triage globale e la motivazione degli operatori nella sua realizzazione, intende promuovere attraverso il confronto con esperti del settore, il confronto e la riflessione degli operatori impegnati tutti i giorni nei contesti operativi del triage per la realizzazione sul campo di una corretta politica di gestione del rischio di errore in triage.

Destinatari

  • Ostetrica/o: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
€212,00 60
18
Set
2017

18-09-2017 10:00 10:00 -17:00
BASSANO DEL GRAPPA (VI) - CASA GEROSA CASA DI RIPOSO
BASSANO DEL GRAPPA (VI) - CASA GEROSA CASA DI RIPOSO
Via Ognissanti, 6, 36061 Bassano del Grappa VI, Italia
€105,00
L'INTERPRETAZIONE RAPIDA DELL'ELETTROCARDIOGRAMMA #GER0317VI1809
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Lo scopo del progetto formativo è quello di aggiornare e approfondire le conoscenze per effettuare nella pratica professionale infermieristica, una rapida interpretazione dell'ECG, per poter attivare i livelli professionali e organizzativi più appropriati al problema individuato.

Destinatari

  • Infermiere: saranno erogati i crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: saranno erogati i crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Lezione frontale
  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lavoro a piccoli gruppi
€105,00 91
15
Set
2017

15-09-2017 9:00 9:00 - 16-09-2017 16:30 16:30
ROMA (RM) - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI INTERNAZIONALI DI ROMA UNINT
ROMA (RM) - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI INTERNAZIONALI DI ROMA UNINT
Via Cristoforo Colombo, 200, 00154 Roma, Italia
€115,00
IL FUTURO È ADESSO!  LA COMPETENZA LEGALE E FORENSE DEL PROFESSIONISTA SANITARIO: STRUMENTI ED ESPERIENZE A CONFRONTO
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Con estremo piacere, APSILEF – Associazione Professioni Sanitarie Italiane Legali e Forensi, è orgogliosa di presentare il primo Congresso Nazionale, dal titolo IL FUTURO È ADESSO! La competenza legale e forense del professionista sanitario: strumenti ed esperienze a confronto, che si svolgerà a Roma nei giorni 15 e 16 settembre 2017 presso Aula Magna Ateneo UNINT, con accreditamento ECM.
Varie le tematiche affrontate da stimati relatori, tutte di comune interesse per la grande comunità delle Professioni Sanitarie, soprattutto alla luce delle nuove normative in tema di Responsabilità Professionale. Il Congresso rappresenta un’occasione per un confronto scientifico e culturale di alto livello, dove verranno affrontati temi sulle innovazioni e competenze professionali avanzate che ci vedono direttamente coinvolti nel panorama nazionale ed internazionale.
Vogliamo avere l’ambizione di dimostrare che siamo Professionisti uniti, con l’obiettivo di esercitare con responsabilità, consapevolezza e competenza la nostra bella professione, che merita tutto dovuto riconoscimento non solo giuridico ma anche pratico.
Molti gli spazi di riflessione che si delineeranno su diversi temi a cui verrà dedicato un coinvolgente dibattito che vedrà la partecipazione dei relatori e del pubblico, al fine di realizzare le giuste strategie e politiche della professione.
Questo Congresso Nazionale, vuole diventare un appuntamento annuale che APSILEF si prefigge di organizzare per tutti i Professionisti che in ogni occasione si riuniranno per un confronto e crescita professionale.

Destinatari

  • Infermiere: 15,3 crediti ECM
  • Infermiere Pediatrico: 15,3 crediti ECM
  • Assistente Sanitario: 15,3 crediti ECM
  • Ostetrica/o: 15,3 crediti ECM
  • Tecnico Sanitario Di Radiologia Medica: 15,3 crediti ECM
  • Tecnico Sanitario Laboratorio Biomedico: 15,3 crediti ECM
  • Fisioterapista: 15,3 crediti ECM
  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 15,3 crediti ECM
  • Educatore Professionale: 15,3 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
€115,00 37
04
Set
2017

04-09-2017 9:00 9:00 -18:00
PADOVA (PD) - O.I.C VAROTTO BERTO FONDAZIONE OPERA IMMACOLATA CONCEZIONE
PADOVA (PD) - O.I.C VAROTTO BERTO FONDAZIONE OPERA IMMACOLATA CONCEZIONE
Via Toblino, 53, 35142 Padova PD, Italia
Evento gratuito
LA LINGUA DEI SEGNI ITALIANA: UN’IMPORTANTE OPZIONE DI ACCESSIBILITÀ
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso ha come obiettivo principale quello di stimolare l’avvicinamento alla Lingua dei Segni Italiana e la conoscenza del contesto culturale all’interno del quale la Lingua si inserisce.
Nello specifico il corso intende sensibilizzare i partecipanti attraverso una breve introduzione sulla sordità e le varie componenti che la caratterizzano, in quanto si ritiene importante
avere un’idea sufficientemente chiara dell’esistenza di vari tipi di sordità e di ausili uditivi che attualmente si utilizzano. Altrettanto rilevante la tematica che verrà affrontata sulla definizione e sul relativo significato di Sordo o Sordomuto.
L’argomento verrà approfondito con nozioni legislative e culturali che supportano oggi l’utilizzo corretto del termine Sordo.
La Lingua dei Segni Italiana viene considerata attualmente la lingua madre delle persone Sorde, ma non tutti i Sordi decidono di utilizzarla. Il corso prevede una breve spiegazione di questa
componente della comunità sorda e dei differenti approcci alla comunicazione che gli stessi utilizzano. Verranno inoltre esposte alcune possibili soluzioni per favorire il processo di interazione e comunicazione tra Sordi e udenti, in quanto le modalità cambiano anche a seconda dell’approccio utilizzato.
L’ultima parte del corso verrà dedicata alla pratica acquisizione di alcuni elementi della Lingua dei Segni Italiana al fine di favorire la comunicazione tra Sordi e udenti, con particolare riferimento al
contesto sanitario.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: saranno erogati 8,9 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
  • Visione di filmati
04
Lug
2017

04-07-2017 9:00 9:00 -13:00
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
TRENTO (TN) - FORMAT TRENTINO - AULA 1
Via del Brennero, 136, 38121 Trento, Italia
€70,00
RETRAINING BLSD-B - CERTIFICATO IRC
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di permettere ai professionisti sanitari già in possesso del certificato di esecutore BLSDb Italian Resuscitation Council, di aggiornare i contenuti teorici e rinforzare le abilità pratiche necessarie per prevenire il danno anossico cerebrale e riconoscere in un paziente adulto lo stato d'incoscienza, di arresto respiratorio e di assenza di polso in una condizione di assoluta sicurezza per se stesso, per la persona soccorsa e per gli astanti. Per evitare queste gravissime conseguenze occorre ottimizzare i tempi di intervento, uniformare ed ordinare le valutazioni da effettuare e le azioni da compiere nell'ambito della cosiddetta catena della sopravvivenza. Il corso è svolto secondo le linee guida Italian Resuscitation Council e prevede un rapporto partecipanti/istruttori di 6 a 1.

Destinatari

  • Tutte Le Professioni: 6 crediti ECM

Metodologia Didattica

  • Dimostrazioni
  • Esercitazioni pratiche
€70,00
20
Giu
2017

20-06-2017 8:45 8:45 -18:00
MILANO (MI) - AULA CONSIGLIO (1° PIANO) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO
MILANO (MI) - AULA CONSIGLIO (1° PIANO) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO
Via Luigi Mangiagalli, 37, 20133 Milano, Italia
Evento gratuito
LA SEDAZIONE NELLA SLA
Finalità
Destinatari
Didattica

Finalità

Solo la persona malata, di fatto, può valutare se gli interventi sanitari che vengono proposti sono proporzionati alla propria condizione e quindi non lesivi della propria dignità e della propria concezione di qualità della vita.
Diventa quindi rilevante da un lato il dovere del sanitario di informare il malato e di ottenere il suo consenso, dissenso o rinuncia alle procedure, e dall’altro il diritto del malato di decidere a quale trattamento sanitario sottoporsi o non sottoporsi.
Ma se la competenza sanitaria nella cura e nell’assistenza della persona malata così come la disponibilità dei mezzi sono i presupposti perché il malato possa esercitare la sua volontà, tutti i mezzi (gli ausili, la PEG, la NIV, la tracheostomia, i trattamenti palliativi di fine vita) devono essere prospettati e resi disponibili.
La persona malata può però ad un certo momento della sua storia considerare che i mezzi dapprima accettati possano non essere più adeguati alla sua condizione.

Destinatari

  • Medico Chirurgo Tutte Le Discipline: 8,3 crediti ECM
  • Psicologo Psicologia: 8,3 crediti ECM
  • Fisioterapista: 8,3 crediti ECM
  • Infermiere: 8,3 crediti ECM
  • Logopedista: 8,3 crediti ECM
  • Assistente Sanitario: 8,3 crediti ECM
  • Assistente Sociale

Metodologia Didattica

  • Analisi e discussione di casi e problemi
  • Confronto/dibattito
  • Lezione frontale
1
Logo Format

Direzione e amministrazione:
via del Brennero, 136 - Trento
Segreteria Organizzativa:
via F. Cavallotti, 6 - Codigoro (FE)
+39 0533 713 275
+39 0533 717314
+39 3293953346
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Partita IVA e Codice fiscale: 01569060385
REA FE 178788

Logo Format Trentino

Sede: via del Brennero 136, Trento
+39 0461 825907
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Partita IVA e Codice fiscale: 02181910221
REA TN 205821


Ente accreditato presso la Provincia Autonoma di Trento per la formazione in ambito dell'emergenza ed urgenza e per l'uso del defibrillatore esterno semiautomatico (DAE), per personale non sanitario (determinazione n. 64 del 18 giugno 2014)

icona Format

Logo ISO

Logo ECM

Logo IRC

Contattaci